READING

La pizza: dagli impasti con il lievito madre alla ...

La pizza: dagli impasti con il lievito madre alla pizza al taglio

La pizza se fatta bene è sempre più che gradita, d’estate come d’inverno che fuori ci sia il sole o in piena bufera.
Oggi per fortuna quando si parla di pizza o più nel dettaglio di impasto per la pizza ce n’è per tutti i gusti: pizza con il lievito madre secco o fresco, pizza con farine speciali, pizza senza glutine e ancora pizza dall’impasto soffice, croccante, nuvola etc.
Non parliamo poi dei condimenti.
A Torino, di recente hanno aperto un locale molto carino in pieno centro dove propongono una pizza davvero gourmet dagli ingredienti sopraffini e materie prime di altissima qualità.
Io a dirla tutta adoro la pizza nella sua versione più semplice…la Margherita.
Quando la salsa di pomodoro è buona e la mozzarella anche, direi che di meglio non c’è…a mio gusto ovviamente.

Diversamente c’è da sbizzarrirsi…perché se ne vedono di tutti i gusti, dalle versioni più classiche e tradizionali a quelle più creative e a volte improbabili.
Chissà quali sono le vostre preferite.
Ma vediamo più nel dettaglio alcuni dei vari tipi di pizza tra cui poter scegliere.

Sicuramente c’è la pizza napoletana, quella che se fatta bene viene lavorata a temperatura ambiente, dalle 12 alle 24 ore, dove sale e lievito sono usati con un equilibrio perfetto e il risultato si vede senza dubbio, così come si vede altrettanto bene quando la pizza di napoletano ha solo il nome.
Il requisito fondamentale di una buona pizza napoletana è la sua morbidezza…e ho detto morbidezza…non gommosità!
Pensate che cuoce in un minuto circa ad altissime temperature, vicine ai 500 gradi.
E della pizza romana…ne avete mai sentito parlare?
Quella croccante per intenderci, sottile, con un piccolo bordo: può essere lavorata sia a temperatura ambiente che attraverso la tecnica del freddo, facendo riposare l’impasto nella cella frigorifera a 4°C.
Chi la stende con il mattarello e chi invece usa semplicemente e sapientemente le proprie mani cuocendola poi per circa 2 minuti.
Non dimentichiamo una delle pizze più consumate in assoluto, ovvero la pizza al taglio…quante volte ne compriamo un pezzo per soddisfare anche durante la giornata il desiderio di mangiare qualcosa di sfizioso?Solitamente questo tipo di pizza è cotto nel forno elettrico ed è tra le più varie visto che gli impasti vanno in base alle preferenze del pizzaiolo di turno.
È sempre cotta in grandi teglie rettangolari che entrano ed escono dal forno in tempi record.
Tagliata poi a quadrotti, ogni pezzo aspetta di essere riscaldato e portato via da qualche nuovo cliente affamato.

E la pizza alla pala…sapreste dirmi in cosa consiste?
La si trova soprattutto nelle vie di Roma, ovunque, in tutti o quasi i panifici: si serve su carta oleata e può essere bianca, rossa o con mozzarella.
Una chicca tra tutte?
Quella bianca con la mortadella sopra…pare essere superlativa!
Io adoro anche la pizza pugliese, quella sofficissima e spessissima…una vera nuvola saporita bellissima da vedere.
Olio buono e pomodoro buono, impasto per pizza fatto a regola d’arte e nulla più…è buona, anzi buonissima anche il giorno dopo leggermente riscaldata…io la mangio sempre molto volentieri.
Se a tutte queste varianti aggiungete farine diverse e alternative, condimenti particolari e inusuali…arrivate a contare mille e più varianti sul tema.

A proposito di farine alternative io amo molto l’impasto per pizza con farina ai cereali, è molto gustosa, a seconda di come è fatta può essere allo stesso modo soffice o croccantina e si presta molto a condimenti gustosi.
Di recente ne ho assaggiate due che ricordo con piacere: una aveva crema di zucchine, gamberi viola a crudo e burrata…vi assicuro che il sodalizio era pressoché perfetto e un’altra era condita con un formaggio cremosissimo e speck d’anatra con erbette varie aggiunte all’ultimo minuto…buonissima a dir poco.
Insomma…vi ho fatto venire voglia di pizza?
Credo proprio di sì.

 

 

 

 

 

Se hai bisogno di “ricette che funzionano” per la tua rivista
o per promuovere la tua azienda CONTATTAMI


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

INSTAGRAM
Seguimi su Instagram