READING

Smoothie bowl cos’è e perché fa bene

Smoothie bowl cos’è e perché fa bene

Smoothie bowl cos’è e perché fa bene?
Fino a qualche tempo fa avrei detto…smoothie? mmm…una sorta di frullato denso con della frutta…qualcosa di bello e colorato da fotografare e poco più.
Oggi la mia risposta è ben differente e devo dire proprio grazie a molti di voi che chiedendomi sempre di più di formulare ad hoc ricette di smoothie che non fossero solo belli da vedere ma anche buoni da mangiare mi avete spinto ad informarmi e ad addentrarmi con piacere, in questo favoloso mondo ricco di colore e di sapori particolari.

Smoothie bowl: di cosa si tratta?

Sostanzialmente uno smoothie non è altro che un frullato molto denso a tal punto che potrebbe essere scambiato per un gelato e la motivazione sta nel fatto che è preparato con ingredienti congelati e con una parte liquida veramente esigua.
Se si dice smoothie bowl vogliamo intendere uno smoothie talmente denso da poter essere servito in una coppa e guarnito con frutta e altri elementi che rimangono in superficie senza cadere inesorabilmente sul fondo.
Questo tipo di denso frullato può fare molto bene alla nostra salute se preparato seguendo alcune facilissime regole fondamentali per ottenere il risultato sperato, ovvero un vero e proprio pasto completo, bilanciato ed equilibrato fatto di frutta e verdura, di grassi buoni e di tanti altri super ingredienti che fanno molto bene al nostro organismo e che, diversamente, difficilmente potrebbero essere associati, ogni giorno, al cibo che mangiamo abitualmente.
La base del ragionamente è che lo smoothie bowl è un modo pratico e velocissimo per consumare un quantitativo di frutta e verdura importante e in modo costante.
In più per come sono preparati sono ottimi in quanto permettono di assorbire velocemente i fitonutrimenti contenuti nelle materie prime utilizzate.
Infatti elementi come il betacarotene o il licopene vengono rilasciati solamente quando la parete cellulare del vegetale che li contiene viene distrutta, cosa che accade durante la preparazione dello smoothie.
Si potrebbe bensare che basterebbe masticare bene ma…dovete sapere che masticando anche a lungo si creano frammenti di circa 2 mm, ancora davvero troppo grandi per liberare i fitonutrimenti.

Lo smoothie bowl quindi diventa importante anche per gli sportivi non solo perché può diventare un pasto completo e sano ma anche perché permette di migliorare le stesse performances atletiche, riducendo i tempi di recupero, migliorando la capacità antiossidante del sangue e la funzionalità arteriosa nel breve/lungo termine.

Perchè si sente dire che consumare gli smoothie bowls regolarmente può far male?

Partiamo da questo principio: il nostro corpo è programmato per digerire una forma di cibo che ha bisogno di essere masticato per un po’…se mangiamo uno smoothie, essendo morbido molto probabilmente ci impieghiamo poco tempo, sicuramente molto meno di quello necessario a mangiare un pasto più comune dovendo appunto masticarlo.
Il fatto di poter ingerire la stessa quantità di cibo 10 volte più velocemente può influire sulla risposta glicemica e può alterare il senso di sazietà che ci può spingere a mangiare ancora pur avendo già ingerito la quantità corretta di cibo.
Il problema quindi c’è ed è dato dalla velocità con cui mangiamo il nostro smoothie bowl: serve andare con calma, concedendosi una trentina di minuti altrimenti gli zuccheri arrivano nel sangue troppo velocemente e il corpo tenderebbe a produrre troppa insulina provocando un brusco calo glicemico (ipoglicemia reattiva) che oltre a farci sentire stanchi e ancora con tanta fame.

E’ sufficiente consumare uno smoothie lentamente perché non abbia ripercussioni negative?

La risposta è NO…non è sufficiente…soprattutto se lo smoothie che andiamo a mangiare è fatto di sola frutta.
Occorre aggiungere qualcosa che rallenti l’assorbimento degli zuccheri e aumenti il senso di sazietà.

Come si può ottenere questo risultato?
Molto semplice…aggiungendo sia delle fibbre, quindi in sostanza meno frutta e più verdura, sia dei grassi buoni tipo semi oleosi, o l’avocado o noci.
N.B.
Nel momento in cui andiamo ad aggiungere delle verdure nel nostro smoothie questo si chiamerà in generale green smoothie sempre fatto con 1 o massimo 2 verdure.

Le poche regole da seguire per preparare un perfetto smoothie bowl vero pasto completo per sportivi e per chi vuole seguire una dieta equilibrata e sana

1- uno smoothie bowl non dovrebbe mai superare le 300 kcal a porzione se non in casi specifici con esigenze particolari o quando non si ha come obiettivo la perdita di peso
2- lo smoothie bowl può anche solo essere una sorta di delizioso e fresco spuntino, in questo caso le calorie che dovrebbe avere sono circa 70-100 kcal a porzione
3- se prepariamo un green smoothie dobbiamo tener presente che non avrebbe senso usare tanti tipi di verdura bensì una o due al massimo
4- le verdure maggiormente da tenere in considerazione sono: spinaci novelli, cetrioli, rucola, sedano, carote, barbabietola e prezzemolo, ma anche cavoli e zucca
5- ci deve per forza di cose essere una parte liquida circa 100-150 ml non di più: acqua, acqua di cocco o latte vegetale tipo latte di riso, latte di avena, di mandorla non zuccherato
6- l’alternativa al latte vegetale è il latte scremato
7- dobbiamo utilizzare un alimento grasso come per esempio 1/4 di avocado, 1 cucchiaio di semi di lino tritati, di semi di chia oppure in alternativa 2 cucchiai di latte di cocco, ovvero circa 20 gr
8- ci deve poi ovviamente essere anche la frutta: banana, mango, papaya, fragole, melone, anguria, kiwi, pere, anana o ancora 4-5 datteri grandi precedentemente ammollati in acqua
9- tutti gli elementi devono essere congelati e in questo modo non serve aggiungere ghiaccio che sciolto diluirebbe troppo il nostro smoothie cremoso
10- via libera (con moderazione) alle guarnizioni: frutta, semi ma anche topping vari, cioccolato fondente e qualche biscottino ogni tanto
11- per gli sportivi ma anche per chi introduce il consumo dello smoothie regolarmente servirebbe aggiungere delle proteine in polvere che non hanno sapore ma che permettono al frullato di diventare davvero un pasto completo e sano

Questo è un po’ quello che serve sapere se si ha intenzione di introdurre gli smoothies nella dieta quotidiana con una certa regolarità.
Io vi aspetto tutti i lunedì con una ricetta nuova che sia bella da vedere e soprattutto buona da mangiare.
Per qualsiasi info potete scrivermi qui direttamente dalla pagina Contatti del blog inviandomi una mail e seguendo questo link oppure in chat diretta sul profilo Instagram.

 

 

 


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

INSTAGRAM
Seguimi su Instagram