READING

I biscotti da vino -cosi li preparava come da trad...

I biscotti da vino -cosi li preparava come da tradizione delle Langhe la mia bis-nonna-

Oggi è proprio il caso di dirlo…”a mio rischio e pericolo!

Si…proprio cosi…la ricetta dei biscotti da vino è molto pericolosa…bisogna capirla, ritornare indietro nel tempo, nelle campagne povere delle Langhe di tantissimo tempo fa, quando la mia bis-nonna era ancora giovane e in tempi di festa preparava questi biscottoni duri…anzi…DURISSIMI da ammorbidire, durante il dopocena nel vino, il Moscato d’Asti o in un bicchiere di buon Barbera.

 Probabilmente erano gli unici lussi che ci si poteva permettere a quei tempi nei paesini di campagna.

Mio nonno mi raccontava che erano soliti fare una sorta di zuppa di pane e Moscato dolce…riempiva, era dolce e anche “buona”. Ehhh…che dire!

 biscotti-da-vino-1-contemporaneo-food

Io rischio e ve li propongo oggi, oggi che abbiamo di tutto e di più e oggi che tra mille scelte buone buonissime forse la nostra curiosità non andrebbe certo verso questi biscottoni ( io li ho già ridotti molto di dimensione…) duri durissimi da intingere nel vino magari durante un dopo cena, per fronteggiare i primi freddi dell’autunno e le prime voglie di coccole golose. ( si sa…con il freddo tutti mangiamo un po’ di più!)

Ho anche pensato di modificare la ricetta…però alla fine in memoria dei miei cari nonni ho deciso di non farlo.

Del caso foste curiosi ma non voleste azzardare troppo sarà sufficiente aumentare di poco la dose del lievito e la grandezza di ciascun biscotto. In più si potrebbe chiudere i biscotti ancora caldi in un sacchetto di plastica da chiudere bene; sicuramente queste piccole accortezze renderebbero i biscotti della mia bis-nonna più morbidi subito e nel tempo.

biscotti-da-vino-9-contemporaneo-food

 

Vi lascio quindi a questa preziosa (almeno per me) ricetta dei biscotti da vino. Se desiderate avere qualche info in più sulle Langhe potete per esempio leggere qui.

Vi auguro un buon fine settimana e vi ringrazio per l’attenzione sempre più forte che state regalando a Contemporaneo Food. Sappiate che è molto apprezzata.

biscotti-da-vino-6-contemporaneo-food

“Che la creatività sia con voi!”

 

I biscotti da vino -cosi li preparava come da tradizione delle Langhe la mia bis-nonna-
 
Autore:
Tipo: Biscotti
Cucina: Contemporaneo Food
Persone: 6
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale di preparazione:
 
Ingredienti
  • 500gr farina 00
  • 100gr burro morbido
  • 20gr lievito di birra
  • 100gr zucchero semolato
  • q.b. zucchero di canna per la superficie dei biscotti
  • n.1 uovo
  • n.1 tuorlo
  • n.1 limone per lo zeste e il succo
  • 50ml latte intero
  • ½ stecca di vaniglia
  • un pizzico di sale
Istruzioni
  1. Lavorare insieme il burro, le uova, lo zucchero, la scorza e il succo del limone, il pizzico di sale e la vaniglia.
  2. Aggiungere il latte appena tiepido dove si sarà sciolto prima il lievito.
  3. Non appena il composto risulterà omogeneo aggiungere la farina e lavorare sino a quando si avrà un risultato compatto, liscio e nuovamente omogeneo.
  4. Per dei biscotti come quelli delle foto occorre lavorare la pasta con un mattarello in modo da ottenere lo spessore di circa 1,5cm. Decoppare con una formina rotonda di media grandezza.
  5. Per dei biscotti un po' più morbidi basterà portare lo spessore a 2cm abbondanti.
  6. Disporre i biscotti su delle teglie da forno ricoperte da carta da forno e lasciare lievitare per almeno 2h coprendo con dei canovacci puliti e ponendo le teglie in un luogo abbastanza caldo.
  7. A lievitazione avvenuta, spennellare i biscotti con dell'uovo sbattuto e cospargerli di zucchero di canna.
  8. Infornare a 180° per 15'-20'.
  9. Servire con del Moscato d'Asti dolce o del buon Barbera.

RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Vota la ricetta:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

INSTAGRAM
Seguimi su Instagram