La preparazione dei piatti, novità e ultime tecnologie sul mercato

Immagine: La preparazione dei piatti, novità e ultime tecnologie sul mercato

Al giorno d’oggi è davvero il caso di dire che la tecnologia è stata in grado di rivoluzionare totalmente moltissimi campi della nostra vita e la cucina in questo non fa di certo eccezione.
Le classiche tecniche di preparazione, cottura e conservazione dei cibi sono ormai una scelta, ma non più l’unica soluzione attuabile.
Le novità e le nuove scoperte hanno portato alla creazione di attrezzatura sempre più performanti che supportano le famiglie e gli chef nella creazione di nuove ricette che incontrano i gusti anche delle persone più esigenti.
In questo panorama così evoluto, non c’è dubbio che la clientela dei ristoranti sia divenuta oramai sempre più informata e in grado di dar voce alle proprie richieste e ciò ha reso necessario da parte degli esperti del settore restare sempre al passo con i tempi.
In questo articolo vediamo quindi una panoramica sulle novità in questo campo e su tutti i vantaggi e i benefici che questi ultimi anni hanno rivoluzionato le nostre cucine.

Apparecchiature di ultima generazione e l’evoluzione nelle preparazioni dei piatti

Quando si tratta di ristorazione, è bene partire dal concetto che apparecchiature innovative e di qualità sono in grado di fare la differenza, soprattutto se si pensa alla necessità di avere uno strumento sempre affidabile anche nei momenti più intensi di lavoro.
Chi si chiede, ad esempio, come funziona un affumicatore professionale, deve sapere che a oggi queste macchine così sofisticate hanno saputo conquistare la tradizione culinaria italiana, riuscendo a trasformare un processo che è iniziato ben 90.000 anni fa, partendo dall’evoluzione della classica essiccazione.
Grazie a questi strumenti elettrici è possibile infatti affumicare cibi come carni, formaggi, pesce o salumi in modo semplice, veloce e sicuro, attraverso l’utilizzo di scaglie di legno diverse, a seconda dell’affumicatura desiderata.
In questo senso è ovvio che la qualità dei macchinari influenzi in modo decisivo i risultati della preparazione e di cottura delle pietanze e ciò va a unirsi alla possibilità di avere sotto mano sistemi facili da usare ed estremamente intuitivi, che riducono tempi, costi e soprattutto gli sprechi.

La scelta della giusta attrezzatura

Ricordiamo che oltre ad acquistare questo tipo di macchinari prediligendo solo aziende serie e affidabili dal punto di vista qualitativo, sarà meglio puntare su una categoria di prodotti professionali, che al contempo siano anche flessibili e poco complicati da usare.
La leggerezza, le dimensioni ridotte e l’eventuale aggiunta di ruote per facilitare gli spostamenti saranno di certo un punto in più per poterne usufruire in qualsiasi contesto. In questo panorama in continua evoluzione bisogna tenere conto che la scelta dell’attrezzatura giusta è infatti uno step da non sottovalutare.
Macchine così innovative permetteranno a chiunque di usufruire di precisione e sicurezza sul lavoro, di cicli di conservazione e di cottura programmabili, di un controllo più semplice e soprattutto di un miglioramento generale dei prodotti a livello qualitativo.

Affumicatura, sottovuoto e preparazione a basse temperature

Per chi sta valutando di ampliare e potenziare il ventaglio di scelte delle preparazioni in campo culinario, macchine professionali per l’affumicatura, il sottovuoto o la cottura a basse temperature saranno di certo una scelta da prendere in considerazione.
Partiamo dall’affumicatura, un metodo di conservazione utilissimo per facilitare la conservazione degli alimenti e preparare piatti gustosissimi e raffinati, che si basa sulla produzione di sostanze antibatteriche prodotte dalla combustione incompleta di erbe e legno.
Una tecnica sempre più utilizzata sia in casa che in contesti più professionali per insaporire secondi piatti gustosi e non solo, facendo uso di diversi tipi di legno o di erbe aromatiche.
Per chi invece è interessato al sottovuoto, i diversi macchinari disponibili oggi sul mercato consentono di conservare a lungo gli alimenti eliminando l’aria dal contenitore in cui sono inseriti e prevenirne così l’ossidazione.
Infine, un altro strumenti che facilita la preparazione dei piatti è il roner e la cottura a bassa temperatura, un modo per utilizzare la cosiddetta “sous-vide”, ovvero il cuocere a lungo gli alimenti a basse temperature, tra i 55 e i 60 °C, all’interno di buste di plastica dalle quali è stata rimossa l’aria grazie alle macchine per il sottovuoto.
Un sistema innovativo che consente uniformità e al contempo di avere piatti cotti alla perfezione e con ancora intatte tutte le loro caratteristiche organolettiche.

tag

Trova la tua ricetta

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla Newsletter per avere consigli, ricette inedite e per rimanere aggiornata su novità e servizi

image