La macedonia estiva Fresco Senso con cubetti di melone, spicchi di nettarina e mandorle e l’importanza di consumare frutta fresca in estate

Immagine: La macedonia estiva Fresco Senso con cubetti di melone, spicchi di nettarina e mandorle e l’importanza di consumare frutta fresca in estate

Quante volte abbiamo ribadito che consumare frutta fresca di stagione soprattutto in estate sia una scelta sana e utile per rimanere in forma e aiutare il nostro organismo a sopportare il caldo prepotente?
L’importante è come sempre scegliere materie prime di qualità, possibilmente a km 0 o comunque di provenienza certa in modo da essere abbastanza certi di quello che portiamo sulle nostre tavole.
In estate non abbiamo sicuramente problemi a reperire frutta fresca golosa: abbiamo anzi, l’imbarazzo della scelta.
Un frutto tra tutti simbolo di questa caldissima stagione è senza dubbio il melone la cui origine, a quanto pare, risulta ancora incerta.
Se molti sostengono che arrivi dall’Asia, altrettanti considerano l’Africa come il suo vero Paese d’origine.
Certo è che i paesi asiatici, Cina in particolare, sono i maggiori produttori mondiali in assoluto di melone.
Al momento attuale, la coltivazione del melone è praticamente diffusa in tutto il mondo: in Italia, per esempio ben 23.000 ettari sono destinati a piantagioni di melone.
Non tutti sanno che esistono meloni da definirsi “frutto” e meloni non commestibili da definirsi “ortaggio”.
I primi sono ovviamente quelli che consumiamo in estate e che si differenziano, a loro volta in varie tipologie.
Distinguiamo i meloni reticolati (o retati, dalla polpa bianca o giallastra), di tipo inodorus (melone d’inverno, dalla polpa bianca o rosata e buccia liscia) e meloni cantalupo (con pericarpo liscio e polpa tipicamente arancione).
Tra le varietà invernali più conosciute non può mancare il gigante di Napoli, caratterizzato da buccia sottile e verdognola, e polpa bianca particolarmente dolce.
Si distingue pure il melone Morettino, dalla buccia verde scuro e polpa biancastra.
Il melone di Malta presenta invece una polpa verde particolarissima.
I meloni estivi vanno conservati in frigorifero, ad una temperatura non inferiore a 5°C per evitare la formazione di macchie rosse nella polpa, responsabili del veloce deterioramento del frutto.
Quando il melone non è maturo, è preferibile al contrario, conservarlo a temperatura ambiente.
La qualità del melone si riconosce sia al tatto, che dal profumo: al tatto, il melone non deve risultare molle, poiché potrebbe essere acidulo e sgradevole, mentre il profumo, forte ed intenso, viene emanato dalla buccia ed è segnale di maturità del frutto.

Valori nutrizionali e proprietà del melone

Il melone è senza dubbio uno dei frutti più dissetanti tra cui possiamo optare: c’è da tenere presente però la sua alta componente zuccherina, che supera molto spesso il 13% .
La quantità di acqua in esso contenuta supera il 90%; nella composizione del melone si ricorda anche una minima quantità di fibre, proteine e grassi.
Malgrado l’ingente quantità zuccherina, il melone è però un alimento amico delle diete povere di calorie, grazie al ridotto apporto calorico: 100 grammi di alimento apportano, infatti, solamente 33 kcal.
Il melone è ricchissimo di vitamine e di sali minerali: tra le vitamine si ricorda soprattutto la A, la C,la PP  e tracce di vitamina B1 e B2.
Il melone è fonte di potassio, di fosforo, di calcio e di sodio.
Il consumo di melone è consigliato praticamente a tutti: il linea generale forse un po’ meno a chi è diabetico o a chi soffre di disturbi gastrici.
Ha forti proprietà antiossidanti e aiuta la propensione della nostra pelle ad abbronzarsi difendendoci anche dalle scottature.
Si ritiene, inoltre, che il melone giochi un ruolo importante nel potenziamento della capacità visiva (per la presenza del beta-carotene), oltre a rappresentare un importante ausilio nel rinforzamento dei denti e delle ossa.
In medicina popolare, il melone è ritenuto un ottimo depurativo, diuretico e rinfrescante; inoltre, sotto forma di impacchi, si rivela particolarmente indicato per trattare bruciature e scottature con tutte le sue proprietà lenitive.

La macedonia estiva della linea Energia e Gusto di Fresco Senso con cubetti di melone, spicchi di nettarina e mandorle e le alternative di qualità 

Come vi dico sempre l’importante quando stiamo facendo la spesa è optare per prodotti di qualità e di provenienza certa.
Va da se che soprattutto con verdura e frutta la scelta migliore sia quella di acquistare la materia prima fresca, conservarla nel miglior modo possibile e consumarla all’occorrenza.
Come diciamo spesso però, non tutti sono nella condizione di farlo per svariatissimi motivi: abitudine, tempo, scarsa attitudine alla cucina.
Mamme in carriera che devono seguire i bambini e la famiglia, giovani studenti, ragazzi che lavorano fuori casa e hanno sempre tempi strettissimi, non è detto che riescano a ritagliarsi tutto il tempo necessario per la spesa e per prepararsi quotidianamente la giusta razione di frutta da consumare durante la giornata a lavoro o mentre si studia o appena finito lo sport preferito.
Ecco allora che ci sono validissime alternative che ci vengono in aiuto quando siamo di fretta e non ci va di perdere troppo tempo in cucina.
Per esempio?
Non mi stancherò mai di parlarvi dei prodotti di Fresco Senso, un giovane brand tutto italiano che si dedica con passione e grande professionalità alla produzione di frutta di quarta gamma pronta all’uso, selezionata e di grande qualità e reperibile in moltissimi supermercati.
In modo particolare oggi vi segnalo una loro proposta super golosa che va benissimo in qualsiasi momento della giornata: la macedonia estiva della linea Energia e Gusto di Fresco Senso con cubetti di melone, spicchi di nettarina e mandorle.
Questa azienda collabora con patners selezionati nel tempo in grado di garantire costantemente solo la materia prima migliore, idonea ai prodotti di quarta gamma.
Tutta la frutta viene sanificata, tagliata e confezionata senza conservanti, senza alcun trattamento termico, per garantire la freschezza dei prodotti nel massimo rispetto della qualità.
L’impianto e le attrezzature impiegate per la produzione delle macedonie sono altamente automatizzati: una sola manipolazione da parte del personale altamente qualificato e specializzato, a garanzia dell’integrità qualitativa.
Lo stabilimento e tutte le attrezzature vengono sanificati giornalmente e l’esecuzione dei controlli qualità durante tutto il processo di lavorazione e confezionamento garantiscono il pieno rispetto delle regole di produzione.
Il controllo automatico della temperatura assicura il mantenimento della stessa durante tutto il ciclo di lavorazione evitando alterazioni organolettiche e microbiologiche della materia prima e del prodotto finito.
Insomma…non ci sono scuse: in qualsiasi modo è possibile trovare sul mercato frutta fresca di stagione di grande qualità pronta a supportare le esigenze del nostro organismo messo alla prova dal caldo e a deliziare le nostre papille gustative.

 

Trova la tua ricetta

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla Newsletter per avere consigli, ricette inedite e per rimanere aggiornata su novità e servizi

image