READING

Peperoni: stagionalità, proprietà e controindicazi...

Peperoni: stagionalità, proprietà e controindicazioni

LA PIANTA DEI PEPERONI:

I peperoni sono ortaggi appartenenti alla grande famiglia delle Solanaceae, la stessa di cui fanno parte i pomodori, le melanzane e le patate.
Questa famiglia comprende però numerose specie, per questo motivo peperoni e patate, ad esempio, non sono così simili fra loro.
Ormai diffusasi ovunque, la pianta del peperone è originaria dell’America meridionale.
Le varietà dei peperoni sono davvero tante e si classificano in base alla forma, al colore, al grado di dolcezza e alla dimensione.
Tantissimi i colori: dal bianco dei peperoni ungheresi dai quali viene estratta la paprika, all’arancione dei più dolci, al rosso, al verde, al giallo e al violetto sino al nero.
Quelli rossi sono tra i più croccanti e dal sapore più deciso, i gialli dolci e morbidi e i verdi, sono peperoni che devono ancora maturare e per questo sono di sapore più acidulo, meno adatti ad essere consumati crudi ma perfetti per essere messi in barattolo, sott’olio o aceto.

STAGINALITA’:

I peperoni sono ormai reperibili in qualsiasi parte dell’anno.
Danno il meglio in estate e si raccolgono sino a Settembre.

COMPOSIZIONE E BENEFICI:

In generale i peperoni contengono molta acqua, poche proteine e grassi pressoché nulli, ma hanno tantissimi sali minerali e vitamine, che li rendono alimenti preziosi dal punto di vista nutrizionale.
In particolare, i peperoni sono ricchi di vitamina C (100 grammi di peperone apportano più del quantitativo giornaliero raccomandato di vitamina C), potassio, vitamina A e luteina, un carotenoide che offre diversi benefici alla vista.
100 g di prodotto= dalle 20 alle 27 Kcal

PROPRIETA’ DEI PEPERONI:

I peperini sono degli ottimi alleati della nostra salute: consumandoli possiamo infatti fare il pieno di vitamine e sali minerali, micronutrienti fondamentali per il benessere del nostro organismo.
Ecco di seguito tutte le loro proprietà:
Idratanti: i peperoni sono costituiti per il 92% circa del loro peso da acqua, si comprende quindi come possano aiutarci a mantenere un adeguato stato di idratazione, soprattutto nella stagione calda, quando ne abbiamo più bisogno.
Diuretici e disintossicanti: proprio per l’elevato contenuto di acqua i peperoni ci aiutano a mantenere l’equilibrio idro-salino, cioè a espellere più facilmente i liquidi in eccesso e con essi scorie e tossine.
In tal senso contribuiscono anche l’elevato contenuto di potassio e il moderato contenuto di sodio.
Alleati della forma fisica: avendo pochissime calorie sono perfetti per qualsiasi regime alimentare di dieta.
Remineralizzanti: sono infatti ricchi di minerali come ferro, calcio, fosforo, zinco, tutti elementi importanti per il nostro corpo, di cui non può fare a meno, per cui se vogliamo fare il pieno di sali minerali possiamo senz’altro affidarci ai peperoni.
Benefici per l’apparato circolatorio: la vitamina C e gli agenti antiossidanti che il peperone contiene fanno sì che questo ortaggio abbia proprietà benefiche per il nostro apparato cardiocircolatorio.
Ha infatti effetti protettivi sui vasi sanguigni migliorando così la circolazione e prevenendo la fragilità dei capillari.
Alleati del cuore: il consumo di peperoni protegge il sistema circolatorio e aiuta l’apparato cardiovascolare in quanto i composti antiossidanti contribuiscono ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue prevenendo le maltie cardiovascolari.
Amici dell’intestino: ricchi di acqua e fibre, non possono che contribuire al benessere del nostro intestino favorendone la motilità e lo svuotamento con un’azione di pulizia.
Protettivi per gli occhi:  i carotenoidi contenuti nei peperoni, e in particolare la luteina, svolgono azione protettiva per gli occhi e insieme alla vitamina C e alla vitamina E hanno azione preventiva per lo sviluppo di malattie degenerative della retina.
Uno studio sui peperoni ha dimostrato che la sostanza luteolina presente nei peperoni è utile per rallentare l’invecchiamento delle cellule del cervello che porta così a migliorare la memoria e rimanere più giovani.

CONTROINDICAZIONI:

I peperoni, soprattutto quelli piccanti, contengono capsaicina, un composto chimico che se assunto in dosi elevate crea un senso di bruciore sia alle mucose della bocca, sia a quelle dello stomaco e dell’intestino, quindi è consigliabile un’assunzione moderata di peperoni per le persone che soffrano di reflusso gastro-esofageo, gastrite e malattie infiammatorie dello stomaco e dell’intestino.
Inoltre, la solanina contenuta nei peperoni viene smaltita dal fegato, per cui chi ha patologie epatiche deve evitare un consumo eccessivo di peperoni e assumerli con le precauzioni appena viste, cioè scegliendo peperoni maturi e privandoli di semi e buccia, laddove la solanina si concentra.

COME RENEDERE DIGERIBILE IL PEPERONE:

Il peperone è noto per essere un vegetale di difficile digestione: i realtà, questa affermazione è solo parzialmente vera.
Non è il peperone in sè ad essere pesante ma lo è il complesso fibroso (“pelle”) che riveste esternamente la polpa, ricco di sostanze indigeste come la cellulosa, capsaicina e solanina.
Queste sostanze sono presenti però anche nella placenta (pellicola bianca che tiene insieme i semi) e nei semi.
Eliminando dunque la pelle trasparente esterna, la pellicola bianca interna ed i semi, il peperone risulterà molto più digeribile.
Inoltre, i peperoni gialli e rossi ben maturi sono ancora più digeribili perchè contengono una quantità ridotta di solanina.
La capsaicina è contenuta in quantità minori nei peperoni di grandi dimensioni e di forma quadrangolare.
E’ preferibile infine tagliare il peperone a fette orizzontali piuttosto che verticali, perchè così facendo si vanno a tagliare i legami molecolari interni della cellulosa facilitando il lavoro dello stomaco e dell’intestino.


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

INSTAGRAM
Seguimi su Instagram