“Se volete vivere più a lungo…vivete meglio! (Erik Satie)

Immagine: “Se volete vivere più a lungo…vivete meglio! (Erik Satie)

Nel primo appuntamento della nuova rubrica “La salute vien mangiando” di Contemporaneo Food, abbiamo potuto constatare come sia ormai evidente che il nostro regime alimentare è determinante nel rischio di sviluppo di un tumore maligno.

Le stime elaborate da esperti internazionali ci dicono che oltre 1/3 dei casi di cancro è direttamente riconducibile ad una alimentazione scorretta solitamente carente di prodotti di origine vegetale come frutta e verdura.

Anche i numeri parlano chiaro:

Nel mondo si scopre un nuovo caso di tumore ogni 3 secondi e purtroppo si conta 1 decesso ogni 5!

Per certi versi, tra l’altro, il cancro può essere considerato una sorta di malattia “cronica” poichè dalle autopsie sui corpi di soggetti deceduti per motivazioni differenti, si trovano nel 98% dei casi micro-tumori in fase dormiente.

1E’ possibile cercare di combattere questa catastrofe numerica?

SI, attraverso la NUTRITERAPIA, una sorta di chemioterapia preventiva che si basa sull’uso degli alimenti antitumorali di origine alimentare.

Come si è già sottolineato è purtroppo ovvio che si tratti “solo” di un mezzo per cercare di prevenire una malattia che troppo spesso ci porta alla morte.

Ma…data la triste realtà, data la NON-tossicità della nutriterapia e dato che, al limite, seguendo un’alimentazione equilibrata finiremo solo per sentirci sicuramente più in forma, perchè non tentare facendone una sorta di MODUS-VIVENDI?

2Come è possibile intervenire sulle cellule precancerose?

La cellula precancerosa incontra nel suo percorso numerose difficoltà tali per cui il processo che porta l’insorgere di un tumore clinicamente rilevabile è lento e fragile.

Occorrono infatti in media 6 anni perchè una cellula mutata si moltiplichi fino a creare un tumore di un millimetro cubo ovvero di centinaia di migliaia di cellule ancora inoffensive.

Una dieta ricca di alimenti ad alto tenore di molecole antitumorali ci AIUTA non solo a rallentare e addirittura a neutralizzare il processo di sviluppo delle cellule precancerose ma ci aiuta anche a combattere le cellule ormai cancerose impedendo eventuali recidive.

3Quali sono i punti fondamentali da seguire?

a) smettere di fumare perchè almeno 1/3 dei tumori è direttamente collegato al tabagismo.

b) diminuire l’apporto di calorie

c) ridurre il consumo di carne rossa che aumenta in modo considerevole lo sviluppo di tumore al colon

d) fare attività fisica

e) ridurre il consumo di alimenti marinati, conservati, affumicati e fritti

Nel prossimo appuntamento con la rubrica “La salute vien mangiando…” ci addentreremo nei particolari importanti incominciando ad analizzare singolarmente tutti gli alimenti che ci possono aiutare in questo importante percorso di prevenzione e consapevolezza alimentare.

tag

Trova la tua ricetta

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla Newsletter per avere consigli, ricette inedite e per rimanere aggiornata su novità e servizi

image