READING

Manioca fritta con coulis di papaya, lime e pepe n...

Manioca fritta con coulis di papaya, lime e pepe nero

Una delle novità della Home di Contemporaneo Food è proprio la categoria di ricette dedicata ai Superfood: a tal proposito oggi vi propongo un aperitivo sfiziosissimo e un po’ diverso dal solito, ovvero la manioca fritta con coulis di papaya, lime e pepe nero.
I superfood così come abbiamo già visto in modo generico la scorsa volta quando abbiamo preparato il pudding al caffè semi di Chia e panna, sono tutti quei cibi come frutta, bacche, spezie e semi che contengono principi attivi particolarmente utili per la salute.
Sarebbe molto errato considerarli sono una semplice moda o una banale tendenza: tutti infatti, se ben integrati, con costanza all’interno della nostra dieta quotidiana, possono apportare un aiuto notevole al benessere dell’organismo.

Ecco quindi che la ricerca e la scienza, stanno lavorando molto su questo versante trovando periodicamente nuovi prodotti naturali da considerare superfood: in particolar modo la lista dei superfood 2018 si sta allungando a vista d’occhio e tra gli altri, spicca a pieno diritto anche la manioca.
La manioca detta anche cassava o yuca (da non confondere con la yucca, una pianta dell’America centrale), è una pianta originaria del Sudamerica.
Ha una radice tuberizzata commestibile, molto ricca in amido: coltivata in gran parte delle regioni tropicali e subtropicali del mondo, la radice di manioca è la terza più importante fonte di carboidrati (tra l’altro senza glutine) nell’alimentazione umana mondiale nei Paesi tropicali, insieme all’albero del pane, ed è anche una delle principali fonti di cibo per molte popolazioni africane.
La radice della manioca viene preparata e cucinata in moltissimi modi e da essa si ricava anche una particolare fecola nota come tapioca.
Della manioca è fondamentale al momento dell’acquisto sapere che ne esistono di due tipi: quella dolce con la pelle marrone raggrinzita e quella amara dalla pelle molto liscia.
Nei prossimi giorni dedicherò uno speciale sulla manioca per approfondire il discorso in modo da imparare meglio le sue proprietà e come si usa in generale e in cucina.
Qui, giusto per una breve presentazione, vi dico che la manioca è ricca di ferrocalcio e niacina (la vitamina B3). Dal punto di vista nutritivo però è molto scarsa: contiene il 35% d’amido, da 0,50 a 0,75 % di proteine, lo 0,33% di glucosio e l’1% di saccarosio quindi, sostanzialmente non ha grassi.

manioca-fritta-con-coulis-di-papaya-lime-ricetta-superfood-2018-aperitivo-facile-contemporaneo-food

Per quanto riguarda la nostra ricetta di oggi della manioca fritta con coulis di papaya, lime e pepe nero sappiate che è molto facile da preparare, interessante, buona, sfiziosa e un po’ diversa dalle solite cose.
Nel reperire informazioni per imparare a conoscerla meglio, sono stata colpita da vari modi per prepararla e probabilmente a breve ne presenterò altri…il metodo che vi propongo oggi è quello che mi ha incuriosito a tal punto da voler partire proprio con questa ricettina.
La manioca infatti tendenzialmente va prima bollita dai 15 ai 20 minuti in modo che si ammorbidisca per poi essere ancora cotta in differenti modi: in questo caso si fa bollire nel brodo di pollo con l’aggiunta di aglio.
Ovviamente io ho cercato di proporvi una versione il più possibile delicata e vicina ai nostri gusti “comuni” quindi mi sono limitata a mettere un pezzetto di pollo nell’acqua e uno spicchietto di aglio che ha leggermente insaporito e profumato il liquido.
La manioca ha così assorbito in modo molto lieve un po’ di sapidità del brodo evitando di rimanere insapore: in realtà insapore non lo è perché di base ha un suo gusto specifico e anche un odore che a crudo tende all’acidulo ma che in cottura sparisce completamente.
La prima cottura in un brodo aromatizzato dà comunque quel tocco in più che fa la differenza nella ricetta.
Se per qualche motivo particolare non voleste provare con il brodo di carne, vi basterà farla bollire in acqua semplice.

Consigli per preparare la manioca fritta con coulis di papaya, line e pepe nero perfetta

1- eliminare la pelle marrone, tagliare la manioca in 3 pezzi lato lungo e ognuno poi in 4 spicchi regolari
2- in una pentola fate bollire dell’acqua volendo aggiungendo (come richiede la ricetta) un pezzetto di pollo e uno spicchio di aglio e cuocere per 15 minuti facendo attenzione a che non diventi troppo molle
3- scolare la manioca e sistemarla delicatamente su della carta assorbente in modo che si elimini completamente l’acqua in eccesso
4- friggere la manioca in abbondante olio di arachidi fino a quando non risulti ben croccante (almeno 10 minuti) facendo però attenzione a che non diventi troppo dorata perché altrimenti inizia a sapere un po’ di bruciato e diventa asciutta
5- preparare la coulis di papaya abbondando leggermente con il lime visto che risulterà più gradevole se leggermente acidula

Sicuramente ora ne sappiamo un po’ di più sulla manioca, questo superfood del 2018 che fa così bene alla nostra salute.
Vi ricordo di non perdervi lo speciale approfondimento sulla manioca che uscirà nei prossimi giorni e vi esorto a provare questo simpatico e sfizioso aperitivo che è sano e sfizioso e facilissimo da preparare…impossibile che non vi venga bene.
Oltretutto è leggero e fresco quindi sono sicura che sarà perfetto per le vostre prossime cene estive.
Prossimamente vi proporrò altre ricette facili con la manioca perché credo valga la pena incominciare ad imparare e ad abituarsi ad introdurre in modo ponderato e sensato nella nostra dieta di tutti i giorni materie prime magari meno conosciute ma non per questo meno sane e utili per stare in forma.
Vi lascio alla ricetta della manioca fritta con coulis di papaya, lime e pepe nero e come al solito vi auguro “che la creatività sia con voi!

#STAISENZAPENSIERI

Manioca fritta con coulis di papaya, lime e pepe nero
 
Autore:
Tipo: Antipasto
Cucina: Contemporaneo Food
Persone: 4
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale di preparazione:
 
Ingredienti
  • n.3 manioca dolce
  • n.2 papaya matura
  • n.1 coscia di pollo (o altro pezzetto piccolo)
  • n.1 spicchio aglio in camicia
  • n.1 lime
  • n.1 cucchiaio olio extra vergine di oliva
  • q.b. sale e pepe nero
  • q.b. olio di arachidi per frittura
Istruzioni
  1. Per prima cosa eliminare la pelle marrone dalla manioca, tagliarla in 3 pezzi lato lungo e poi ognuno in 4 spicchi regolari.
  2. Mettere a bollire dell'acqua aggiungendo volendo il pollo e lo spicchio di aglio: raggiunto il bollore unire la manioca e cuocere per 15 minuti circa facendo attenzione a che non diventi troppo molle.
  3. Scolarla bene e posarla su della carta assorbente in modo da eliminare tutta l'acqua.
  4. Preparare la coulis di papaya frullando la polpa con l'olio, il sale, il pepe e il succo del lime: lasciare da parte.
  5. Scaldare l'olio per la frittura e incominciare con la seconda cottura della manioca che dovrà durare circa 12 minuti, fino a quando diventerà ben croccante ma non troppo dorata.
  6. Servire calda con la coulis di papaya al ime e pepe nero.

 

 

 

 


RELATED POST

  1. Donatella Celot

    18 Maggio

    Ciao! Mi piace questa ricetta con la manioca! Sai,io uso lo sciroppo di manioca al posto dello zucchero nei dolci! P.S. e non sapevo che la fecola di tapioca fosse ricavata dalla manioca, grazie delle informazioni! Buona domenica

    • Cristina Saglietti

      19 Maggio

      Ciao! 😀
      Caspita…c’è sempre da imparare…io non ho mai usato lo sciroppo di manioca…molto interessante. Devo assolutamente provare.
      Lo scambio di esperienze e di sapere è sempre una cosa buona…sono felice che lo stiamo facendo a vocenda.
      Spero alla prossima…grazie per il passaggio dalle mie parti.
      Un saluto affettuoso
      Cristina

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Vota la ricetta:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

INSTAGRAM
Seguimi su Instagram