Margarita al tamarindo

Chi ama il mood natalizio, sicuramente vivrà come uno dei momenti più  belli, quello dell’accogliere a casa parenti e amici preparando per loro tanti piatti prelibati, magari sia della tradizione che qualcosa di più  creativo.
Nella maggior parte dei casi le nostre tavole sono stra colme di tantissime portate e quindi di parecchi antipasti sontuosi, ma troppo spesso non pensiamo che uno dei gesti più belli per accogliere i nostri ospiti e dare il via ad  un pranzo o una cena importante, è proprio il gesto di offrire un buon aperitivo…apridanze.
Qui sul blog, potete trovare una Categoria di ricette tutte dedicate al Natale: ecco il link diretto per andarle a sbirciare tutte.
Troverete antipasti da servire una volta seduti, primi, qualche secondo, molte alternative ai piatti principali, anche in stile vegetariano, ovviamente tantissimi dolci e pensieri proprio da preparare a casa per chi amiamo di più, ma trovate anche delle idee perfette da offrire come aperitivo, sia da consumare in piedi sorseggiando un drink, sia da seduti, gustando comunque comodamente al proprio posto, un cocktail rigorosamente homemade, che fa senza dubbio la differenza.

margarita-al-tamarindo-cocktail-natale-drink-homemade-facili-contemporaneo-food
Uno di questi duetti, tra aperitivo da bere e aperitivo da mangiare è proprio quello del formaggio fresco con pistacchi, semi di zucca e mirtilli rossi allo sciroppo d’acero e pepe che ho già presentato tempo fa e che vi è  piaciuto moltissimo.
E’ un piatto tattico perché è scenografico, molto semplice da preparare, gustoso e sfizioso e che può  essere preparato anche la sera prima per il pranzo del giorno dopo.
Da servire con crostini o pizzettine calde o addirittura con un bel panettone gastronomico salato.
Io e il nostro bartender Riccardo Corsiero abbiamo pensato di abbinare a questo formaggio fresco ricoperto di semi e frutta secca un buonissimo Margarita in una versione particolare, con l’aggiunta di sciroppo di tamarindo che si trova facilmente al supermercato nel reparto dedicato agli sciroppi (menta, orzata etc…).
Una volta preso potrete poi utilizzarlo nella preparazione di molti altri cocktails, oppure più semplicemente, potrete servirlo con dell’acqua fresca.
Ovviamente se vi piace questo cocktail potrete anche presentarlo con altri tipi di antipasti sfiziosi: sappiate che il suo sapore è leggermente dolce ma non troppo e ha anche una nota fresca che ben si abbina con piatti a base di formaggio o comunque abbastanza sostanziosi come salatini, sfoglie ripiene, salumi, olive ripiene etc.
Lo consiglio meno in abbinamento a portate di pesce.
Per quanto riguarda la decorazione, è sufficiente una scorzettina di lime o delle fettine di lime essiccate e per un tocco che farà la differenza, si può passare una fetta di lime fresca su metà del bordo della coppetta e poi con la mano ricoprire con del pepe nero tritato finemente.
I vostri ospiti avranno la doppia opzione: bere un po’ senza e un po’ con un pizzico di pepe che stuzzica e voi avrete l’effetto WOW tanto desiderato.
Vi ricordo che come per tutti i cocktails e drinks, anche in questo caso le dosi sono per una persona.
Se siete alla ricerca di altre idee da aperitivo o dopo cena, vi lascio il link diretto della Categoria Mixology.
Spero che questa idea del Margarita al tamarindo possa esservi di ispirazione…vi lascio alla ricetta e vi aspetto domani con qualche altra idea per le feste di Natale…”che la creatività sia con voi!

#NATALEINCUCINASENZAPENSIERI

margarita-al-tamarindo-cocktail-natale-drink-homemade-facili-contemporaneo-food

Margarita al tamarindo

Corsiero Riccaro con Cristina Saglietti
Preparazione 10 minuti
Tempo totale 10 minuti
Portata Cocktail da aperitivo
Cucina Contemporaneo Food
Porzioni 1

Ingredienti
  

  • 45 ml Tequila bianca
  • 22 ml sciroppo tamarindo
  • 15 ml succo di lime + n.1 lime per decorazione
  • q.b. pepe nero facoltativo
  • q.b. ghiaccio

Istruzioni
 

  • Shakerare tutti gli ingredienti insieme vigorosamente per pochi secondi.
  • Filtrare con un colino e versare in una coppetta precedentemente raffreddata con abbondante ghiaccio e magari lasciata nel congelatore.
  • Per la decorazione basta una fettina sottile di lime.
  • Se piace l'idea si può passare una fettina di lime lungo mentà del bordo e con la mano far aderire solo in quella parte del pepe nero macinato fine.
  • Ci sarà una doppia scelta molto intrigante.

 


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

INSTAGRAM
Seguimi su Instagram