READING

Torta alle fragole e panna – il Pan di Spagn...

Torta alle fragole e panna – il Pan di Spagna perfetto per un trionfo di golosità –

Volete sapere come si fa il Pan di Spagna perfetto e conoscere tutti i metodi e i trucchi per ottenere il meglio da questa preparazione base?

Se è cosi…allora questa volta dovete proprio curiosare nel blog di Caris la vincitrice dell’ultima sfida dell’MTChallenge.

Come ormai saprete ogni mese c’è un tema differente scelto dalla vincitrice. La cosa bella è che come sempre oltre a scegliere un tema si fanno dei bellissimi approfondimenti per imparare e capire meglio tutti i trucchi per diventare veri maestri ( be…sicuramente per migliorare moltissimo!) 😀

Questa volta si parla di Pan di Spagna.

Io non aggiungo nemmeno una parolina non per mancato interesse o per poca voglia ma perché da Caris potrete leggere tutte (ma veramente tutte) le informazioni che si potrebbero avere in merito.

Con il mio Pan di Spagna ho deciso di proporre quella che per me è la torta delle torte: la torta con panna e fragole.

pan-di-spagna-torta-fragole-e-panna-torte-estive-torte-con-la-frutta-contemporaneo-food

 

Perché la considero la torta delle torte?

Intanto perché l’abbinamento panna e fragole è un classico senza tempo e che tendenzialmente piace a tutti ma poi e soprattutto perché è il dolce che preparava la mia nonnina.

Ovviamente la sua torta alle fragole era migliore della mia…almeno…io me la ricordo più buona! Ma va bene cosi…e ne sono felice!

Iniziamo con le foto di tutti i passaggi…poi faremo qualche piccola considerazione dettata più che altro dalla mia esperienza diretta in pasticceria e dalla mia “poca tolleranza” per i dolci che contengono tante uova.

pan-di-spagna-torta-panna-e-fragole-1-contemporaneo-food

pan-di-spagna-torta-panna-e-fragole-2-contemporaneo-food

pan-di-spagna-torta-panna-e-fragole-3-contemporaneo-food

pan-di-spagna-torta-panna-e-fragole-4-contemporaneo-food

Al di la del fatto che ci sono differenti tecniche per preparare un signor Pan di Spagna e di queste io tendenzialmente scelgo sempre la tecnica della preparazione a freddo che garantisce un Pan di Spagna morbidissimo e soffice ma allo stesso tempo compatto e ottimo per farciture morbide come quelle che piacciono a me, le mosse per ottenere un buon risultato sono essenzialmente tre:

1) lavorare per molto tempo le uova con lo zucchero sino ad ottenere un composto estremamente chiaro e spumoso

2) per piccoli quantitativi aggiungere la farina in una volta sola amalgamando pochissimo e in modo energico oppure in due volte lavorando comunque il minimo necessario per ottenere un composto omogeneo e assolutamente senza grumi.

3) non aprire il forno durante la cottura se non negli ultimi minuti per un controllo prima di sfornare

pan-di-spagna-torta-fragole-e-panna-torte-estive-torte-con-la-frutta-contemporaneo-food

Se ne avete voglia vi invito nuovamente a leggere tutte le informazioni sulle varie preparazioni del Pan di Spagna perché sono molto utili e aiutano a capire che differenti azioni i cucina e soprattutto in pasticceria, portano a differenti risultati a secondo di quello che si vuole ottenere.

Non soffermatevi quindi solo sulla preparazione a freddo del Pan di Spagna che effettivamente è anche quella che risulta più facile e veloce. E’ bello capire cosa si può fare e cosa si può ottenere con piccoli accorgimenti.

Tutto quello che leggerete quindi sul blog di Caris è quasi “vangelo” perché sono nozioni prese dai grandi pasticceri.

Le considerazioni che posso fare io in merito sono solo un’aggiunta data da un mix tra la mia esperienza diretta in pasticceria, il mio essere cliente di pasticcerie e la mia poca tolleranza ai dolci che contengono tante uova e il Pan di Spagna è proprio tra questi.

La realtà è questa: pasticceria tradizionale=utilizzo di tante uova in quasi tutte le preparazioni

Personalmente se devo rifare a casa una preparazione di pasticceria non voglio riportare questo legame tra le due cose e nel corso degli anni anche in laboratorio ho trovato un equilibrio che garantisse tanta bontà ma anche tanta leggerezza.
pan-di-spagna-torta-fragole-e-panna-torte-estive-torte-con-la-frutta-contemporaneo-food

Per piccoli quantitativi che sono necessari a casa (tipo una torta per 6-8 persone) io utilizzo 4 uova e alleggerisco il composto utilizzando anche una parte di fecola.

Lavorando bene le uova non ci si accorge di nulla ma alla fine la torta risulta più leggera e possiamo mangiarne una fetta in più senza sentirci subito un po’ appesantiti e senza avere problemi di digestione (almeno per chi tollera poco la presenza delle uova).

Se poi volete sapere qualche altro piccolo accorgimento per ottenere una torta leggerissima…provate ad accantonare per una volta le varie bagne per ammorbidire il Pan di Spagna e provate ad utilizzare il latte…provate…poi mi direte il vostro pensiero. 😀

Se utilizzate la pannazuccheratela poco e fate molta attenzione a quanto la montate. Deve essere montata e quindi non più lucida ma non deve essere troppo dura altrimenti soprattutto quella che si trova normalmente in commercio e non quelle apposta per i laboratori di pasticceria risulterà più “grassa” e quindi anche più nauseante.

Questi sono tutti piccoli accorgimenti per diventare dei veri cicciottelli 😀 😀 😀 volevo dire…per fare una torta leggerissima e buonissima! 😀

Per quanto riguarda poi questa torta in particolare è ottima la soluzione di dividere il Pan di Spagna in 3 strati in modo da alternare una farcitura di fragole cotte (e non proprio marmellata di fragole) in modo che garantisca un buon grado di acidità ad uno di panna e fragole (tritate ma non troppo!!!).

Che dire…spero di esserci stata utile!

Vi lascio alla ricetta e vi ricordo il bunner della gara.

Che la creatività sia con voi!

banner1

 

4.3 from 4 reviews
Torta alle fragole e panna - il Pan di Spagna perfetto per un trionfo di golosità -
 
Autore:
Tipo: Torta
Cucina: Contemporaneo Food
Persone: 6
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale di preparazione:
 
Ingredienti
  • PER IL PAN DI SPAGNA:
  • 150 gr farina 00
  • 175 gr zucchero semolato
  • 50 gr fecola
  • n.4 uova medie
  • PER LA PANNA E FRAGOLE:
  • 400 ml panna liquida
  • 300 gr fragole fresche
  • n.3 cucchiai zucchero semolato
  • ½ stecca di vaniglia
  • PER LA BAGNA DEL PAN DI SPAGNA:
  • n.1 bicchiere di latte
  • PER LA MARMELLATA DI FRAGOLE:
  • 400 gr fragole fresche
  • 150 gr zucchero di canna
  • ½ limone
  • PER LA DECORAZIONE:
  • 200 ml panna liquida
  • n.2 cucchiai zucchero semolato
  • ½ stecca di vaniglia
  • q.b. fragole abbastanza grandi
Istruzioni
  1. PER IL PAN DI SPAGNA:
  2. Accendere il forno a 180°.
  3. Nella planetaria montare lo zucchero con le uova a temperatura ambiente. Il composto dovrà essere lavorato per almeno 10 minuti perché diventi molto chiaro e spumoso.
  4. Aggiungere le farine setacciate in due tempi lavorando il composto solo lo stretto necessario per permettere alle polveri di amalgamarsi bene.
  5. Versare in una teglia da forno e cuocere 20'.
  6. Sfornare, togliere dalla forma e lasciare raffreddare su una griglia apposita.
  7. PER LA MARMELLATA DI FRAGOLE:
  8. In una pentola sistemare le fragole precedentemente lavate e tagliate a pezzettoni con lo zucchero e il limone. Cuocere a fiamma moderata per 20'. Lasciare raffreddare completamente.
  9. PER LA PANNA E FRAGOLE:
  10. Frullare le fragole con poco zucchero avendo cura di lasciare qualche pezzettino intero.
  11. Montare la panna con la vaniglia e lo zucchero in modo che diventi bella dura. Delicatamente aggiungere la purea di fragole. La panna diventerà molto più morbida ma non dovrà smontarsi del tutto. Conservare in frigorifero.
  12. PER LA COMPOSIZIONE DELLA TORTA:
  13. Eliminare dal pan di spagna tutta la parte esterna, quella più scura.
  14. Tagliare tre strati dello stesso spessore.
  15. Sistemare il primo strato su un piatto delle corrette dimensioni. Con un pennellino da cucina bagnare leggermente la superficie del pan di spagna con poco latte.
  16. Sistemare sopra la marmellata di fragole. Lo strato deve essere abbondante.
  17. Coprire con il secondo strato di pan di spagna e questa volta bagnarlo con un mix di latte e poca marmellata di fragole.
  18. Sistemare sopra un abbondantissimo strato di panna e fragole.
  19. Coprire con l'ultimo strato anch'esso da ammorbidire con latte e marmellata di fragole.
  20. Montare la restante panna con zucchero e vaniglia.
  21. Decorare con un velo di panna tutti i bordi della torta.
  22. Al centro aggiungere della panna e fragole e terminare con la panna semplice con decori fatti con la sac a poche.
  23. Terminare con delle fragole fresche ai bordi e in cima.
  24. Servire fredda.
  25. Conservare in frigorifero.

 


RELATED POST

  1. Caris

    29 Aprile

    Ma che meraviglia di decorazione!! molte torte in questa gara sono state fatte utilizzando panna e fragole e tutte risultano bellissime! la tua però ha tre sfumature di colore: bianco, rosa e rosso, che dono veramente un aspetto bellissimo, oltre che goloso, a questa torta!Poi con la confettura di fragole e la panna, scommetto che sarà finita in un battibaleno! Bravissima!

    • cristina

      4 Maggio

      Ciao Caris!
      Grazie…ehhh…la nonna mi ha ispirato!
      Si…è finita molto in fretta e in questo caso la dieta è stata messa un momentino da parte! :D:D:D
      Grazie per il commento e complimenti ancora a te per il tuo splendido articolo.
      Alla prossima.
      Cristina

  2. O.o
    Goloseria!!!!

    • cristina

      4 Maggio

      Ciao Greta!
      Benvenuta da queste parti…si in effetti…sarà che è un ricordo di quando ero bambina legato alla mia nonna ma questa torta è una di quelle che sparisce alla velocità della luce! 😀
      Grazie per il complimento.
      Cristina

  3. Alessandra

    12 Maggio

    Grazie per il suggerimento!!! Mia nonna la faceva con la crema ma a me non piace molto abbinare fragole e crema….la tua idea era proprio quello che volevo fare ma non avevo ancora concretizzato,
    Un consiglio: vorrei fare questa torta in versione maxi (40 persone) pensavo di prepararla un giorno prima come normalmente faccio, pensi che la panna regga????
    Non vedo l’ora di farla e di mangiarla 🙂
    Ciao
    Alessandra

    • cristina

      12 Maggio

      Ciao Alessandra! Sono contenta che la mia tortina ti piaccia! 😀
      La panna con le fragole non rimane perfetta. Quella all’interno non ti darà problemi ma se la usi anche all’esterno non rimane bellissima per via della presenza delle fragole.
      Tende a diventare di colore leggermente più scuro però non perde acqua né da altri problemi; infatti la torta se conservata in frigorifero resta buona anche per alcuni giorni.
      Io eviterei la panna fragola come decorazione o al limite, se la usassi al centro come ho fatto io potrebbe essere un’aggiunta dell’ultimo momento.
      Fammi sapere.
      Un sorriso.
      Cristina 😀

      • Alessandra

        12 Maggio

        Ok grazie! l’esterno lo farò il giorno seguente x cui no problem!
        Ti ringrazio e ti.farò sapere…
        Ciao

  4. Alessandra

    18 Maggio

    Cara, ho fatto una torta di prova e, avuti commenti super positivi da parte di tutti, ho osato con quella ufficiale, 40*40 cm.
    Buonissima, bella da vedersi e adatta per questa stagione in quanto freschissima. Per il pan di spagna ho usato la ricetta che faccio in genere (pura pigrizia) mentre per il resto, seguendo le tue indicazioni è venuta alla perfezione senza aggiungere o togliere altro.
    La consiglio a tutti!
    Ciao
    Alessandra

    • cristina

      18 Maggio

      Ciao Alessandra! 😀
      che belle le tue parole. Sono contentissima che tu sia rimasta soddisfatta.
      Mi verrebbe da dire “viva la nonna!” dato che questa torta prende proprio ispirazione da quella che mi preparava lei quando ero piccola.
      Che bei ricordi! 😀
      Grazie ancora per la tua gentilezza.
      Spero di rivederti ancora da queste parti e se passi…”batti un colpo” cosi ci facciamo un saluto.
      Alla prossima. Buona serata.
      Cristina

  5. Nadia

    3 Marzo

    Provata un po’ di tempo fa ed è fantastica!!! Realizzata per un compleanno. Ha avuto tantissimo successo! Se sei su Instagram ti taggo. Grazie per le tue deliziose ricette!Nadia

    • Cristina Saglietti

      3 Marzo

      Ciao Nadia! Ben tornata! 😀
      Hai visto che hai fatto anche i biscotti con le fragole e ti sono venuti benissimo?! 😀 Molto brava!

  6. Stella De Martino

    18 Maggio

    Deve essere buonissima, la farò prossimamente, appena le fragole nel mio orticello saranno un bel po’. Ciao.

    • Cristina Saglietti

      19 Maggio

      Ciao Stella 😀
      chissà che buona con le fragole del tuo orto!
      Fammi poi sapere…io sono qua.
      Grazie per provare la ricetta.
      Ti mando un sorriso.
      Alla prossima. Cristina

  7. Maria

    4 Marzo

    Ciao, penso che la torta sia buonissima, vorrei farla per il compleanno della mia bimba sabato prossimo, volevo chiederti come posso applicare una di quelle ostie personalizzate… lei vuole che ci sia barbie… e poi se la faccio il giorno prima mi dura?? Grazie baci

    • Cristina Saglietti

      5 Marzo

      Ciao Maria,
      ben trovata dalle mie parti 😀
      Intanto ti ringrazio per il complimento e per avermi scritto.
      Per quanto riguarda la torta essendoci molta panna e ancor di più, essendoci della frutta mescolata alla panna, il mio consiglio è quello di servirla entro le 24 ore da quando l’hai preparata.
      Bene la sera per il pranzo…siamo un po’ al limite la sera per la cena del giorno successivo.
      Ben inteso…la torta è sempre buonissima e non succede quasi nulla ma a livello tecnico, la panna perde sofficità e la frutta può rilasciare del liquido…sarebbe un peccato lavorare tanto per non servire il tuo prodotto al meglio delle sue possibilità.
      Per quanto riguarda invece l’ostia, posala sulla torta solo qualche minuto prima di servirla: quindi evita di prepare la torta il giorno prima, mettendo già l’ostia sopra.
      Questo perché se disponessi di un frigorifero da pasticceria non ci sarebbe troppa umidità a rovinare i colori dell’ostia, ma in un frigorifero normale c’è una grande probabilità che si rovinarsi e non poco.
      Poco prima quindi posi l’ostia.
      Come fare?
      Molto semplice.
      Posi l’ostia sulla superficie della torta ben levigata e poi spennelli tutta la superficie dell’ostia con:
      1- o compri la gelatina per torte (per intenderci quella trasparente e insapore che si mette spesso sulle torte alla frutta)
      2- oppure fai un’emulsione al momento con pochissima marmellata di albicocche (serve qualcosa di molto chiaro) stemperata con un po’ di acqua tiepida (solo tiepida non calda)
      Questo serve ad appiccicare l’ostia alla torta senza che si sollevi rovinandosi completamente.
      Il velo che metti deve essere sottilissimo…solo per inumidire leggermente l’ostia.
      Se hai bisogno di altre info non esistare a scrivermi…anche in chat diretta su Instagram, cosi ti rispondo in tempo reale per qualsiasi cosa possa servirti.
      Buona torta e buonissimo compleanno.
      Un saluto affettuoso.
      Cristina

  8. Angela

    24 Maggio

    Che bella ricetta 🙂 le dosi sono per quale tortiera? Grazie mille

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Vota la ricetta:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

INSTAGRAM
Seguimi su Instagram