READING

Variante di tiramisù: tante opzioni interessanti

Variante di tiramisù: tante opzioni interessanti

Oggi parliamo di tiramisù, uno dei dolci più classici e apprezzati da tutti in tutta Italia.
Un po’ di mistero aleggia sulle sue origini, fondamentalmente contese tra Veneto e Friuli Venezia Giulia.
Quando si racconta di lui si apre un mondo infinito di possibilità anche se per i puristi di tiramisù se ne parla solo se nella sua versione classica.
Versione classica?
Beh…se proprio dobbiamo essere precisi non è immediato capire quale sia effettivamente la sua versione classica: sostanzialmente esistono due scuole di pensiero, quella che lo vuole con i Savoiardi e quella che lo preferisce con i Pavesini.
Eviterei di approfondire questo discorso…ognuno, nella sua posizione è totalmente convinto di optare per la scelta migliore.
Gli altri ingredienti basici per la preparazione classica sono poi come tutti sappiamo, il caffè (e che sia ristretto) e la crema di mascarpone preparata con le uova a crudo e lo zucchero.
E proprio da questo punto in avanti che, se siamo disposti ad allontanarci dalla sua versione classica, si apre un mondo di varianti golose e interessanti.
Varianti che definirei anche funzionali, viste le varie allergie e intolleranze sempre più presenti e che interessano molti di noi.
Un esempio può essere la variante di tiramisù senza uova: lo avete mai preparato per qualche occasione?
Fondamentalmente è quello che si allontana meno dalla ricetta originale: basta lavorare la crema di mascarpone con lo zucchero a velo e il gioco è fatto.
I più golosi, sappiate, in questo caso aggiungono anche la panna.
Poi si passa alla versione di tiramisù senza glutine, da preparare rigorosamente con biscotti senza glutine…per ovvie ragioni.
E del tiramisù vegan…ne vogliamo parlare? Si può realizzare in tanti modi diversi e con ingredienti alternativi.
La base dovrà essere fatta con biscotti senza uova, miele, latte o burro. Le creme per guarnire si prepareranno con il latte vegetale, come per esempio il latte di soia o quello di mandorla.
Non vi basta? Allora pensate che potreste usare il tofu per fare la crema, o l’avocado da aromatizzare al cioccolato.
Se poi volete preparare una versione più leggera del tiramisù, magari per tenere sott’occhio un po’ di più la linea, allora è possibile sostituire il mascarpone con la ricotta fresca.
Da qui in avanti le varianti sono relative agli ingredienti in più che vogliamo usare per sperimentare accostamenti diversi.
Una delle varianti più classica è quella con la frutta secca: dalle noci, alle nocciole passando per i pistacchi o le mandorle.
Se del caso vi siete fatti prendere da un’irresistibile voglia di tiramisù alle mandorle vi suggerisco di aggiungere, già che ci siete, un po’ di liquore al caffè o di rum o anche di marsala che esalteranno il sapore delle mandorle rendendo tutto più particolare e sfizioso.
Se invece pensate di utilizzare le noci, potreste preparare una crema pasticcera al nocino e mescolarla alla panna, aggiungere i gherigli di noce, la parte croccante della vostra variante di tiramisù…e rimarrete a bocca aperta.
Non è mica finita qui…ci mancherebbe!
Preparare una variante di tiramisù al tè verde matcha o al cardamomo?
Niente di più facile: basterà aromatizzare il vostro caffè con questi sapori particolari.
Se vi piacciono i gusti forti potete addirittura inzuppare i biscotti direttamente nel tè matcha.
E giocare con la frutta?
Stiamo andando verso l’estate…mai come in questo periodo possiamo farlo sicuri di ottenere un buon risultato.
Ecco allora l’ormai “classico” tiramisù alle fragole, magari preparato lasciandole per qualche ora a macerare nel succo di arancia e vermouth (la butto là), all’ananas, alle ciliegie o ai frutti esotici…che bontà!
In questi casi molti amano utilizzare la crema pasticcera da mescolare alla panna e poi il Maraschino per inzuppare i biscotti o addirittura il Pan di Spagna.
È come sempre questione di preferenza personale: io amo molto preparare la mia variante di tiramisù aggiungendo la frutta ma lasciando abbastanza invariati tutti gli altri elementi e inzuppando i miei savoiardi nel succo che la frutta, lasciata un po’ a macerare rilascia, magari allungato con del succo di arancia o di altra frutta di stagione.
E per finire, anche se probabilmente qualcuno di voi conoscerà altre varianti ancora, c’è una versione di tiramisù alternativo…moooooolto alternativo, ovvero quello al limone e menta.
Già avete letto bene…mai provato?
Pensate…inzuppate i vostri biscotti, Savoiardi o Pavesini che siano in un buon limoncello, o se proprio non volete del liquore, nel succo di arancia e poi utilizzate della frutta delicata come i frutti di bosco possibilmente interi per farcire il dolce.
Come crema potete utilizzare del mascarpone alleggerito con la panna e lavorato con lo zucchero a velo per una versione senza uova.
Oppure potete preparare una crema pasticcera alleggerita, amalgamata grossolanamente con della panna montata.
Aggiungete qualche foglia di menta fresca tritata finemente, abbondante zucchero a velo e la vostra variante di tiramisù conquisterà tutti.
Ahhh…potete utilizzare addirittura qualche foglia di basilico fresco.
Insomma…mettiamola così…se vi siete fatti ispirare da uno di questi gusti che vi ho proposto potete preparare il dolce e non chiamarlo tiramisù…se proprio siete dei puristi e per voi l’unico tiramisù è quello tradizionale con savoiardi o Pavesini, mascarpone, caffè, zucchero e uova…l’importante, come diciamo sempre è il nostro motto diventato anche l’hashtag di Contemporaneo Food #staisenzapensieri.


RELATED POST

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

INSTAGRAM
Seguimi su Instagram