Baghrir marocchini

Immagine: Baghrir marocchini

Oggi ho davvero il piacere di proporti questa ricetta dolce per il tuo fine settimana, che, in questo caso, per via del ponte è anche un pochino più lungo del solito: baghrir marocchini.
Possiamo definirli una sorta di pancake che richiede solo la cottura da un lato e caratterizzato da tante piccole bolle aperte in superficie.
Un dolcino perfetto per la colazione e ovviamente, per il brunch della domenica.
Io li adoro con la crema spalmabile al pistacchio e tanti lamponi freschi, e come ciliegina sulla torta, un filo di sciroppo d’acero.
Puoi però  servirli in modo più semplice o preferire delle composte di frutta, o addirittura, optare per un contrasto salato…sono comunque ottimi.

baghrir-marocchini-colazione-brunch-domenica-contemporaneo-foodI Baghrir

Sono una cialda consumata nella regione del Maghreb.
Sono piccoli, spugnosi e fatti con semola o farina; quando sono cotti correttamente, sono crivellati di piccoli buchi, che, tra l’altro, assorbono qualsiasi salsa con cui vengono serviti, garantendo un sapore super intenso.
Il modo più comune di mangiare il baghrir in Algeria e in Marocco è quello di intingerlo in un impasto di burro e miele, ma può anche essere tagliato a spicchi e servito con della confettura.
In alcuni casi viene aggiunta anche l’uvetta ai nostri baghrir, molto popolari per la colazione, come spuntino e per l’Ifṭār durante il Ramadan.

Ti consiglio davvero di provarli perché te ne innamorerai: sono molto buoni tiepidi ma solo altrettanto buoni completamente freddi perché rimangono umidi e morbidi, pronti da farcire come preferisci.
Spero di averti ispirato un pochino con questi baghrir marocchini, in modo da spronarti e preparare una bella colazione di festa o un buon brunch della domenica.
Se sei alla ricerca di una ricettina sfiziosa e golosa che possa essere anche molto leggera  e fit, ti consiglio di provare le mie barrette ai mirtilli e farina di mandorle, senza glutine,  senza uova, senza zucchero ,a super buone…provare per credere.
Le trovi qui.
Io ti aspetto con le prossime ricette e come al solito…”che la creatività sia con te!

#INCUCINASTAISENZAPENSIERI

baghrir-marocchini-colazione-brunch-domenica-contemporaneo-food

Baghrir marocchini

Cristina Saglietti
Preparazione 40 minuti
Cottura 3 minuti
Tempo totale 43 minuti
Portata Brunch, Colazione
Cucina Contemporaneo Food
Porzioni 4

Ingredienti
  

  • 500 ml acqua tiepida
  • 250 g semolino
  • 90 g farina 00 o di farro o di avena
  • 8 g lievito per dolci
  • n.1 cucchiaino lievito di birra secco
  • n.2 cucchiaini zucchero a velo
  • una noce di burro
  • un pizzico di sale
  • q.b. spalmabile o confettura preferita
  • q.b. sciroppo d'acero
  • q.b. frutta fresca preferita

Istruzioni
 

  • Per prima cosa versare il lievito di birra in un bicchierino, aggiungere pochissima acqua e farlo rinvenire, mescolando un pochino.
  • In un recipiente adatto versare la farina e il semolino, il pizzico di sale, lo zucchero, llo il lievito per dolci, 'acqua prevista ed infine il lievito secco rinvenuto.
  • Con il frullatore ad immersione frullare per alcuni minuti a velocità alta, compiendo anche dei movimenti dall'alto verso il basso e viceversa, in modo da ottenere un composto omogeneo e molto spumoso e schiumoso.
  • Coprire il recipiente e lasciare riposare per 30 minuti in frigorifero.
  • Una volta trascorso il tempo, far sciogliere una noce di burro in un padellino e iniziare con la cottura dei baghrir.
  • Un mesolo per volta, molto delicatamente, procedendo con una cottura a fiamma medio bassa.
  • -3 minuti di cottura e solamente da un lato.
  • Non appena tutta la superficie cambia coloro e diventa compatta, i baghrir saranno pronti per essere farciti a piacere.

 

 

Trova la tua ricetta

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla Newsletter per avere consigli, ricette inedite e per rimanere aggiornata su novità e servizi

image