Erbazzone reggiano

Eccoci verso una nuova settimana di ricette, che sarà, per una volta, all’insegna di proposte classiche, fatte ovviamente alla mia maniera: questa sera vi propongo l’erbazzone reggiano.
Alle ricette della tradizione mi avvicino sempre in punta di piedi, perché ne ho profondo rispetto e perché, se non le conosco davvero bene so per certo che qualcosa di poco preciso e che si discosta dall'”uso comune” c’è di sicuro.
Senza contare che, come è giusto che sia, le ricette della tradizione hanno sempre millemila varianti, a secondo di chi le prepara: ogni famiglia infatti cucina in modo differente.
Sta di fatto che era da un po’ che avevo proprio voglia di preparare l’erbazzone reggiano, ricetta molto semplice di una sorta di torta salata fatta sostanzialmente di spinaci conditi con parmigiano e pancetta avvoltolati in uno strato sottilissimo di impasto reso poi golosissimo dall’aggiunta, quasi a fine cottura, di olio o di lardo fuso.
Ovviamente non stiamo parlando di una ricetta poco calorica: non è delle più pesanti ma gli elementi che rendono accattivamente questa semplice torta salata non sono di certo poco grassi.

erbazzone-torta-salata-semplice-contemporaneo-food

La tradizione vorrebbe un impasto preparato con lo strutto: io ho usato l’olio.
Per condire gli spinaci solitamente si usa la pancetta fatta soffriggere con scalogno o cipolla: io, per gusto personale, ho usato due scalogni piccoli e del lardo di colonnata, appena saltato in padella e poi mescolato con gli spinaci bolliti e strizzati alla perfezione.
Si, perché  se non eliminate bene tutta l’acqua la torta salata resterà umida e perderà completamente la sua caratteristica principale, ovvero un involucro, sottile e croccantissimo.
Ho poi aggiunto il parmigiano in quantità controllate: la regola è più ne usiamo, più l’erbazzone reggiano sarà goloso…va da se!
Per il resto: l’impasto è immediato da preparare, assomiglia molto alla base delle torte salate che tanto vi piace e che utilizzo sempre e che potete trovare direttamente seguendo questo link, deve riposare almeno una trentina di minuti e poi deve essere steso sottilissimissimo…nessuna paura perché è davvero molto semplice cosiderato che l’impasto è molto morbido e ben elastico.
Si divide l’impasto in due, si stende finissimo, si posa una metà su una teglia grande, si farcisce con il ripieno di spinaci e si copre il tutto con la seconda metà: si elimina la parte di impasto in eccesso, si chiudono i bordi arrotolando un po’ le estremità e poi si bucherella con la forchetta.
Via in forno, ventilato 200° per 30 minuti e non appena mancano 5 minuti dallo scadere del tempo si spennella la superficie con dell’olio o del lardo fuso.
Ottimo tiepido e anche freddo…spero che la ricetta dell’erbazzone reggiano possa piacervi come è piaciuto a me…io vi aspetto domani con un’altra ricetta super sfiziosa e molto veloce da preparare…“che la creatività sia con voi!”

#INCUCINASTAISENZAPENSIERI

erbazzone-torta-salata-semplice-contemporaneo-food

Erbazzone reggiano

Cristina Saglietti
Preparazione 45 minuti
Cottura 45 minuti
Tempo totale 1 ora 30 minuti
Portata Torta salata
Cucina Contemporaneo Food
Porzioni 4

Ingredienti
  

  • 1,5 kg spinaci da pulire
  • 250 g farina
  • 150 g lardo di colonnata o pancetta
  • 150 ml acqua tiepida
  • n.5 cucchiai parmigiano grattugiato
  • n.4 cucchiai olio extra vergine di oliva + q.b. per la superficie se non si usa il lardo fuso
  • n.2 scalogni
  • n.1 spicchio di aglio
  • q.b. sale e pepe

Istruzioni
 

  • Per prima cosa preparare l'impasto lavorando glli ingredienti sino ad ottenere un composto liscio e omogeneo abbastanza umido.
  • Coprirlo con della pellicola trasparente e lasciarlo riposare fuori frigo per almeno 30 minuti.
  • Pulire gli spinaci e cuocerli pochissimi minuti in pochissima acqua: lasciare scolare e strizzare in modo da eliminare tutta l'acqua.
  • Accendere il forno ventilato a 200°.
  • In una padella soffriggere a fiamma dolce gli scalogni tagliati fini, l'aglio tritato finemente e 3/4 del lardo ridotto a striscioline: dopo un minuto circa aggiungere gli spinaci, alzare leggermente la fiamma, salare e pepare e cuocere alcuni minuti.
  • Se dovesse esserci ancora del liquido negli spinaci, farli asciugare bene, prolungando i tempi di cottura in questa fase.
  • Spegnere la fiamma, lasciare intiepidire e aggiungere il parmigiano.
  • Diviere l'impasto in due parti uguali e stendere la prima parte che dovrà essere adagiata su una placca da forno ricoperta da carta da forno.
  • Farcire la sfolgia con gli spinaci conditi e stendere la seconda parte di sfoglia: deve essere sottilissima.
  • Adagiarla sopra agli spinaci e cercare di crere delle piccole pieghette che renderanno l'involucro ancora più croccante.
  • Eliminare le parti di impasto in ecceesso, chiudere tutti i lati ripiegando i bordi leggermente e con una forchetta, forare la superficie.
  • Infornare per 25 minuti.
  • Nel frattempo a fiamma bassissima far sciogliere la restante parte del lardo.
  • Trascorso il tempo, togliere la teglia, ungere la superficie con il lardo fuso o con dell'olio e infornare nuovamente, ancora per 5 minuti.
  • Sfornare, lasciare intiepidire e servire.

 


RELATED POST

COMMENTS ARE OFF THIS POST

INSTAGRAM
Seguimi su Instagram