Torta salata cipriota con olive nere, Halloumi e menta

Immagine: Torta salata cipriota con olive nere, Halloumi e menta

Tutto orgogliosa oggi ti propongo questa torta salata cipriota con olive nere, Halloumi e menta, pensata per il menù di Pasqua e Pasquetta, scrivendola sul blog, che finalmente, dopo tanto lavoro e impegno, ha una veste nuova e tante novità  da proporre.
Partiamo dalla nostra torta salata che merita tutta la nostra attenzione.
Il mio intento era quello di proporre una torta salata, ma si sa, è difficile in questo senso proporre un’idea un po’ diversa: senza dubbio per me è facile giocare con gli ingredienti, ma per questa prossima festa, avevo piacere di trovare qualcosa che fosse davvero diverso dal solito.
Ho fatto una bella ricerca all’interno delle proposte gastronomiche di culture culinarie differenti da quella italiana e alla fine, tra tutte quelle visionate, ho scelto di preparare proprio questa torta cipriota.
A quanto pare non ha un nome specifico e tutti la definiscono la versione cipriota della torta Tirpotita greca, caratterizzata dal fatto di avere un croccante strato di pasta phillo che racchiude tutto il ripieno.
Ora, a me pare avere proprio pochino in comune con questa torta salata, ma direi che non è di mia competenza stare a discutere di queste cose e mettermi in mezzo alle tradizioni culinarie altrui! 🙂
Sicuramente ho fatto una ricerca approfondita proprio relativamente alla torta cipriota, perché come capita sempre per le ricette della tradizione, le versioni sono tante, in base alle abitudini familiari, sempre differenti.
Ho trovato una versione abbastanza comune a tanti e l’ho leggermente modificata nelle quantità  di olive e di menta  e anche di cipolla (io ho usato solo un piccolo scalogno), per renderla a tutti gli effetti totalmente nelle nostre corde, a livello di sapore.
Il risultato è stato qualcosa di molto delicato e a mio gusto personale di molto interessante e appetitoso: lei rimane molto umida e piacevole, per nulla stopposa.
Ha bisogno di una cottura delicata, per questo 170°, forno ventilato vanno benissimo: il cuore deve avere il tempo di cuocere bene e la superficie di non subire troppo calore che la renderebbe un po’ dura (e questo noi, non lo vogliamo di certo!)
Per quanto riguarda le olive, si possono utilizzare sia quelle greche che quelle taggiasche, purché siano nere e saporite.
Per quanto riguarda la menta…serve quella secca.
Il consiglio migliore che ti posso dare è quello di acquistare la menta fresca e di farla seccare, qualche giorno, su un foglio di carta assorbente per poi sminuzzare grossolanamente con le mani e conservare il tutto in un barattolo di vetro ben chiuso.
Questo perché la menta secca in barattolo che si acquista ha sempre più che altro un sapore di caramella che proprio non va bene in cucina (almeno secondo me).
Quella fresca, al contrario, ha un ottimo sapore e, una volta fatta seccare, è davvero perfetta per tutti i piatti sia dolci che salati, come è  questo.
Altrimenti potresti utilizzare della menta fresca tritata molto finemente.
Per quanto riguarda invece il formaggio, ovviamente la ricetta prevede l’halloumi, molto comune in Grecia e a Cipro, ovvero l’Halloumi, un formaggio dii consistenza in qualche modo simile a quella che potrebbe avere un nostro primosale e che, se non lo trovi, può essere facilmente sostituito con della feta greca.

torta-salata-cipriota-ricetta-pasqua-pasquetta-facile-contemporaneo-food

Conosciamo meglio l’Halloumi

La produzione dell’halloumi incominciò dopo l’invasione araba di Cipro nel settimo secolo e sia il nome greco sia quello turco derivano dall’arabo halloum: gli arabi insegnarono la fabbricazione di questo formaggio ai greci e questi ai turchi, dopo la conquista ottomana dell’isola.
La ricetta tradizionale vede l’utilizzo di latte di capra e di pecora; tuttavia non è raro trovarvi anche latte di mucca che nelle produzioni su scala industriale diventa prevalente, portando a una conseguente riduzione di prezzo e all’alterazione del sapore di questo particolare prodotto caseario.
Il suo colore è bianco e ha un sapore leggermente salato: spesso vede l’aggiunta di foglie di menta al suo interno che oltre ad arricchirne il sapore ne prolungherebbe anche la conservazione grazie all’azione antibatterica che questa avrebbe.
Il suo consumo può avvenire in diversi modi: può essere fritto, grigliato o utilizzato come ingrediente per un’insalata.
I ciprioti amano consumarlo insieme con l’anguria durante il periodo estivo e abbinato alla carne di maiale affumicata o alla salsiccia di agnello nei mesi più rigidi.

Tornando alla nostra torta salata cipriota con olive nere, Halloumi e menta pensata per Pasqua e Pasquetta, se non riesci a reperire l’halloumi, che personalmente ho trovato sia al Banco Fresco che all’Esselunga, puoi utilizzare lo stesso quantitativo di feta greca.
Cosa cambiera?
Leggermente, la sapidità, ma veramente di poco, e, la consistenza delle parti dell’impasto vicine al formaggio, che con l’halloumi saranno più  umide e il formaggio rimarrà più compatto, mentre avrai un risultato più omogeneo con la feta.
Insomma…posso dirti che a casa, siamo entrambi in dieta ma difronte a questa torta salata cipriota abbiamo deciso, senza remore, di abbandonarla per un giorno e di diverorare lei, leggera, fresca e super appetitosa…credo proprio che abbia un bellissimo effetto WOW che tanto ci piace!
Cosa ne dici?
La preparerai?

Blog nuovo e novità in vista

Come ti ho accennato all’inzio, credo  che tu ti sia accorta che il blog non ha più la faccia di prima: in verità la sezione BLOG, ovvero l’unica che esisteva prima dei cambiamenti e quindi quella che ospita tutte le ricette, ho cercato di migliorarla da un punto di vista della fruizione, per poterti rendere più confortevole possibile la tua lettura qui, ma non ho voluto stravolgerla troppo.
Di positivo, secondo me, c’è che hai un bello spazio di RICERCA al centro della HOME dove puoi digitare il nome di un ingrediente o della ricetta che cerchi per trovarla agevolmente.
Hai poi, sempre nella HOME tutte le CATEGORIE a portata di clic: tanti tondini, ognuno per una categoria delle ricette che trovi sul blog.
Per il resto, trovi delle pagine totalmente nuove che ti raccontano un po’ più di me e di cosa mi occupo e ti presentano, finalmente, quella parte del mio mestiere che ho sempre svolto offline, quindi al di fuori di internet, e che ho deciso, da un anno a questa parte, di proporre anche a tutte le persone che, proprio come te, mi seguono qui sul blog e su Instagram.
Non so quando leggerai queste parole, ma sappi che a breve ci sarà a tua disposizione anche uno SHOP dove poter prenotare le mie consulenze e acquistare i miei percorsi che al momento, sono  INDIETASENZAPENSIERI, MENOPAUSASENZAPENSIERI e INCUCINASENZAPENSIERI.
INDIETASENZAPENSIERI  consiste in menù personalizzati, pranzo e cena, realizzati sulla base di una dieta medica già esistente (non è mia competenza, va da se, formulare diete mediche) in modo da supportarti al massimo nel percorso di dieta e per garantirti, con il mio mentoring quotidiano associato, di rimanere sempre in focus raggiungendo senza spreco di tempo ituoi obiettivi di peso e di benessere e aiutandoti anche a diventare davvero efficiente in cucina.
Ha tre livelli di percorso e si sceglie quello migliore per le proprie esigenze.
MENOPAUSASENZAPENSIERI  è un percorso, anche questo che si divide in tre livelli, dedicato a tutte le fanciulle in pre e menopausa che hanno voglia di ritrovare il loro benessere e un po’ di sano equilibrio in un periodo così delicato e sanno che una alimentazione sana può davvero fare la differenza.
Ovviamente anche qui, per quanto riguarda la parte relativa alla scienza dell’alimentazione mi avvalgo del supporto di una dietista entrata nel mio team di lavoro che ci permette di garantirti tutta la professionalità possibile di tutti i percorsi che saranno poi affiancati dai miei menù personalizzati, dalla mia esperienza riguardo organizzazione in cucina e dai miei mentoring.
Da ultimo trovi INCUCINASENZAPENSIERI che è dedicato a chi, per mille motivi diversi ha piacere e necessità di avere dei menù personalizzati senza dover dimagrire e senza avere patologie particolari: solo il piacere di seguire una alimentazione più possibile varia, in focus con le proprie esigenze.
Se dovessi essere interessata, al momento puoi contattarmi via mail, cliccando semplicemente sui pulsanti che trovi sparsi nelle pagine, successivamente ci sarà lo shop ad integrazione del tutto.
Qui troverai anche i miei ebook e la possibilità di prenotare una consulenza con me (questo lo puoi fare anche ora, sempre contattandomi).

Spero  che queste prime novità ti possano piacere e che l’estetica che ho scelto possa essere di tuo gradimenento.
Non mi resta, come al solito che augurarti “che la creatività sia con te” aspettandoti sempre qui, per la prossima ricetta.

#INCUCINASTAISENZAPENSIERI

Torta salata cipriota con olive nere, Halloumi e menta

Cristina Saglietti di Contemporaneo Food
Preparazione 20 minuti
Cottura 50 minuti
Portata Antipasto, Prodotto da forno, Torta salata
Cucina Conntemporaneo Food
Porzioni 6 persone

Ingredienti
  

  • 250 ml latte
  • 200 ml olio di riso o di semi
  • 200 g farina 00
  • 200 g halloumi o feta greca (anche light)
  • 160 g olive taggiasche denocciolate o olive greche
  • n.3 uova
  • n.2 cucchiai menta secca in alternativa menta fresca tritata finemente
  • n.1 scalogno piccolo
  • 5 g lievito per torte salate
  • q.b. pepe nero
  • q.b. semi di sesamo bianchi e neri o solo bianchi
  • una punta di zucchero semolato

Istruzioni
 

  • Per prima cosa accendere il forno a 170° ventilato.
  • Lavora insieme uova, latte, olio, lievito, sale e menta secca con metà della quantità prevista di farina.
  • Una volta ottenuto un composto omogeneo, aggiungere la parte rimanente di farina.
  • Unire poi il formaggio tagliato a cubetti, avendo cura di lasciarne un pezzetto da parte da grattugiare sulla superficie, le olive denocciolate e proseguire a mescolare.
  • Versare il composto in uno stampo da ciambella di medie dimensioni o in uno stampo rotondo o da plumcake (diametro o lunghezza massimo 20 cm), uniformando la superficie. Gli stampi devono essere imburrati o unti di olio e infarinati o spruzzati con lo staccante alimentare.
  • Sulla superficie livellata mettere prima abbondantii semi di sesamo, poi, la parte di formaggio lasciata da parte e grattugiata, e poi ancora dei semi di sesamo.
  • Infornare e cuocere per circa 45-50 minuti avendo cura di proteggere la superficie dopo metà tempo, con della carta da forno.
    Il risultato finale dovrà essere dorato esternamente e interamente cotto ma umido.
  • Lasciare raffreddare e servire. A Pasqua e Pasquetta questa torta salata è perfetta come accompagnamento di salumi e formaggi, tipici ingredienti di tante tavolate a tema. Ottima anche da sola

Il Mio Consiglio

Ricordati che puoi sostituire l'halloumi con lo stesso quantitativo di feta, benissimo anche quella greca.
Di comprare delle olive taggiasche già denocciolate, altrimenti impiegherai tanto tempo per eliminare il nocciolo da tutte!
Di farti della menta secca da tenere sempre a portata di mano.
Di proteggere la superficie della torta salata cipriota con della carta forno.

 

Trova la tua ricetta

iscriviti alla newsletter

Resta aggiornata sulle principali novità

image

seguimi sui social

TROVERAI OGNI GIORNO TANTISSIME NUOVE
RICETTE E CONSIGLI