Piadizza intregale

Immagine: Piadizza intregale

La piadizza – o piadipizza – è una ricetta che ho sperimentato da poco, attratta e divertita da quest’uso un po’ anticonvenzionale della classica piadina romagnola.
In realtà la piadizza di farina integrale, vero e proprio incrocio tra la pizza margherita e la piadina integrale, è un’idea davvero super per una cena veloce, o per soddisfare al volo la nostra voglia di pizza senza dover aspettare la lievitazione dell’impasto fatto in casa (o la consegna a domicilio da parte del corriere!)
Nella ricetta che ho rielaborato per voi ho utilizzato gli ingredienti classici della pizza margherita, ma potete sbizzarrirvi a farcirla come più preferite, accostando alla mozzarella filante gli ingredienti che amate ritrovare in pizzeria. In questa versione integrale, inoltre, la piadizza acquisterà anche un retrogusto più rustico e intenso, e sarà più semplice da digerire.

I segreti per una piadizza velocissima

Se non avete tempo di impastare la piadina potete acquistarne una già pronta, assicurandovi che ingredienti e realizzazione siano i più fedeli possibile alla tradizione romagnola.
A questo punto i tempi di realizzazione verranno tagliati di molto: basterà giusto il tempo del passaggio in forno – qualche minuto – per gustare la piadizza in tutta la sua fragranza.
Un altro consiglio utile per chi non vuole accendere o utilizzare il forno è quello di cuocere le piadizze direttamente in padella: basterà scaldare la padella sul fuoco per un paio di minuti, adagiarvi la piadizza e coprire subito con un coperchio, abbassando la fiamma al minimo. In questo modo la mozzarella si scioglierà in pochi secondi e l’effetto sarà molto simile alla cottura in forno.
Attenzione a non bruciarle, però!
E se la vostra voglia di pizza non si è ancora esaurita… provate anche la mia ricetta per una focaccia sofficissima al basilico con pomodori confit.

Piadizza integrale come si fa:

Ingredienti per 4 persone:
Per l’impasto:
250 g farina integrale
125 ml di latte a temperatura ambiente
40 g  strutto
1/2 cucchiaino bicarbonato
6 g di sale fino
Per il condimento:
200 g passata di pomodoro
200 g mozzarella o fior di latte
n. 4 foglie di basilico
q.b. olio extravergine di oliva
q.b. sale fino

Procedimento:
Per la preparazione della piadina, versare la farina, il sale e il bicarbonato in una ciotola capiente e spezzettarvi dentro anche lo strutto, sbriciolato con le mani.
Mescolare gli ingredienti e formare un solco al centro, in cui va versato a filo il latte tiepido. Intanto, iniziare a impastare con le dita.
Trasferire il composto su una spianatoia e continuare ad impastare con vigore, fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.
Lasciarlo riposare per circa 15 minuti, coperto con la ciotola capovolta.
Dividere l’impasto in 4 parti uguali e stendere ciascuna delle 4 in un disco sottile (circa 5 mm di spessore).
Aggiungere un po’ di farina sul piano o sul matterello per evitare che la pasta si attacchi.
Scaldare una padella antiaderente o una piastra da crepes e cuocere ciascuna piadina per circa 2 minuti e mezzo per lato, a fiamma media, ma facendo attenzione che non bruci.
Lasciare intiepidire le piadine e intanto passare alla farcitura: tagliare a pezzi la mozzarella (e strizzarla bene) o il fiordilatte, condire la passata di pomodoro con un paio di giri di olio extravergine di oliva e qualche pizzico di sale, stenderne qualche cucchiaio su ciascuna piadina, fino a coprire uniformemente tutta la superficie.
Trasferire la piadizza su una teglia foderata di carta forno e farcirle con abbondanti cubetti di mozzarella o fiordilatte.
Infornare la piadizza in forno preriscaldato a 200°C per due o tre minuti, in modo che il formaggio si sciolga bene.
Togliere dal forno e condire con una foglia di basilico fresco.

Trova la tua ricetta

iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla Newsletter per avere consigli, ricette inedite e per rimanere aggiornata su novità e servizi

image