READING

Torta salata alla barbabietola rossa con robiola, ...

Torta salata alla barbabietola rossa con robiola, aneto e noci

Eccoci all’ultima proposta prima di Natale: parliamo sempre di torte, facili, buone e belle da vedere ma questa volta a chiudere in bellezza sarà una torta salata, un antipasto molto chic e goloso…torta salata alla barbabietola rossa con robiola, aneto e noci.
Si può realizzare utilizzando, come ho fatto io questa volta, la forma del bundt cake ma è perfetta anche a forma di plumcake…a voi la scelta!
Sicuramente in entrambi i casi questa torta salata alla barbabietola sarà un ottimo antipasto elegante, molto fine e delicato da presentare sulle vostre tavole imbandite a festa.
La torta salata alla barbabietola rossa con robiola, aneto e noci è estremamente facile da realizzare e il risultato è assicurato.
Vi basterà seguire bene i consigli riportati sotto nella spiegazione e il gioco è  fatto.
Va servita a temperatura ambiente: la miglior cosa da fare sarebbe preparare la torta salata alle barbabietole mezza giornata prima e lasciarla riposare fuore frigo, ben coperta.
Si decora facilmente con dell’aneto fresco, dei piccoli cubetti di barbabietola rossa, delle piccole palline fatte di robiola condita, utilizzata per la farcitura interna e della crema calda sempre di robiola e pepe, da aggiugere sopra calda…lo può fare anche ogni commensale, servendosi dalla vostra salsiera colma di formaggio caldo.
Il risultato vi assicuro è  superlativo:  l’aneto stuzzica, la barbabietola rende dolce una preparazione di per se salata e crea un contrasto perfetto, la robiola da sapidità  e le noci croccantezza.

Consigli per preparare la torta salata alla barbabietola rossa con robiola, aneto e noci

1- montate bene le uova con un pizzico di sale: è fondamentale per la perfetta riuscita della torta. Montate con la frusta sino ad ottenere un composto molto chiaro e spumoso.
A questo punto aggiungete tutto in una volta il latte e continuate a lavorare: il composto rimarrà comunque bello denso.
2- solo dopo aggiungere la polpa di barbabietola precedentemente passata al mixer e fatta ben scolare…altro punto importantissimo.
La barbabietola deve infatti il più possibile perdere i suoi liquidi…non deve diventare completamente asciutta ma nemmeno gocciolare troppo.
3- scegliete una robiola piuttosto asciutta e compatta e lavoratela con poca farina in modo da poterla utilizzare e modellare con le mani.
Ovviamente non deve essere durissima ma se seguirete le indicazioni sotto otterrete un composto morbido ma modellabile con le mani e questo servirà per creare una sorta di rotolone da adagiare sul composto di barbabietola
4- infatti occorrerà intanto imburrare bene e infarinare la forma prescelta eliminando la farina in eccesso e poi versare un po’ più di metà del composto nella forma.
Successivamente adagiare esattamente al centro il filone di robiola condita con aneto fresco (abbondate abbastanza) e pezzetti di noci di tritare molto (e sottolineo molto) grossolanamente:
Il filone deve essere ben alto e sostanzioso in modo da utilizzare tutto il quantitativo di robiola: non deve essere schiacciato e deve proprio stare al centro senza toccare i bordi della teglia.
5- a questo punto versare il resto del composto della barbabietola avendo cura intanto di andare a riempire le due parti laterali vuote formatesi dopo aver adagiato il filone, e con la parte rimanente coprire bene il tutto mi raccomando non deve vedersi il formaggio

torta-di-barbabietole-rosse-robiola-aneto-noci-torta-salata-ricette-natale-facili-antipasto-contemporaneo-food

Se seguirete questi piccoli consigli non dovrete avere alcun timore di brutte sorprese…per qualsiasi cosa sappiate che come al solito potete contattarmi qui dalla pagina Contatti del blog seguendo questo link diretto oppure su Instagram in Direct dove rispondo in tempo reale.
Spero che le ricette di Natale, sia i cadeaux gourmet da regalare a chi amate di più, sia questa prima carrellata di dolci facili e golosi per le feste vi sia piaciuta (qui il link diretto per andarle a rivedere tutte) e sia stata una sorta di spunto per preparare le vostre ricette.
Io vi ringrazio per esserci sempre e vi auguro un felicissimo Natale.
Vi aspetto nuovamente dal 27 Dicembre per altre idee dolci questa volta tutte dedicate al CapodannoChe la creatività sia con voi!

#INCUCINASTAISENZAPENSIERI

 

5.0 from 2 reviews
Plumcake salato con robiola, aneto e barbabietola al forno - Tante idee per le feste in arrivo -
 
Autore:
Tipo: Antipasto
Cucina: Contemporaneo Food
Persone: 6
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale di preparazione:
 
Ingredienti
  • PER IL COMPOSTO DI BARBABIETOLA:
  • 400 g barbabietola al forno (io utilizzo quelle sottovuoto)
  • 225 g farina 00
  • 150 ml latte
  • 65 g burro
  • n.3 uova
  • n.1 bustina di lievito in polvere per preparazioni salate
  • una presa di sale + un pizzico per montare le uova
  • q.b. pepe nero
  • PER LA CREMA AL FORMAGGIO:
  • 400 g robiola piuttosto asciutta
  • 70 g noci già pulite
  • 40 ml latte
  • n.3 cucchiai aneto fresco tritato fine
  • n.1 cucchiaio scarso di farina (dipende molto da quanto è umida la robiola)
  • PER LA DECORAZIONE:
  • 200 g robiola
  • q.b. aneto fresco
  • qualche cubetto di barbabietola rossa
  • palline di robiola
  • q.b. pepe nero
Istruzioni
  1. Per prima cosa pulire le barbabietole eliminando la pelle se c'è e le estremità: tagliarla a pezzettoni e frullarla bene avendo cura però di lasciarne due fette da parte per i cubetti della guarnizione.
  2. Scolare la polpa utilizzando un colino.
  3. Nel frattempo montare le uova con un pizzico di sale sino ad ottenere un composto molto chiaro e spumoso.
  4. A questo punto aggiungere tutto in una volta il latte e continuare a montare in modo che il composto rimanga sempre abbastanza denso.
  5. Accendere il forno a 180°
  6. Aggiungere al composto la purea di barbabietole, condire con pochissimo sale e abbondante pepe nero: mescolare poco e poi aggiungere il burro a filo.
  7. Unire in una volta sola lievito e farina e far incorporare tutto senza però lavorare troppo.
  8. Versare poco più di metà del composto nello stampo scelto precedentemente imburrato alla perfezione e infarinato, eliminando l'eccesso di farina.
  9. Nel frattempo preparare la robiola: condirla con pepe, aneto fresco tritato finemente e utilizzato in abbondanza e le noci.
  10. Aggiungere da ultimo un po' di farina in modo da dare consistenza al formaggio rendendo possibile lavorarlo con le mani in modo da formare una sorta di filone da adagiare delicatamente sopra al composto di barbabietola.
  11. Questa fase va fatta bene: il filone di robiola deve essere al centro ad una distanza di almeno 1 cm dai lati della teglia.
  12. Non va schiacciato e deve essere utilizzata tutta la robiola condita tranne poca da lasciare da parte per le palline decorative.
  13. Versare quindi il resto del composto di barbabietola avendo cura prima di riempire i vuoti a destra e a sinistra del filone di robiola.
  14. Successivamente versare la parte rimasta sopra in modo tale che il formaggio sia completamente coperto: non deve stare assolutamente fuori dal composto di barbabietola.
  15. Infornare e cuocere per circa 45 minuti avendo cura dopo i primi 20 minuti di cottura di coprire la superficie con della carta da forno che dovrà essere invece tolta per gli ultimi 5 minuti di cottura.
  16. Sfornare, lasciare intiepidire e poi sistemare la torta su un piatto da portata.
  17. Nel frattempo preparare la crema di robiola sciogliendo a fuoco bassissimo la robiola con il latte e il pepe.
  18. Una piccola parte rovesciarla sulla torta salata che dovrà poi essere guarnita con aneto fresco, cubetti di barbabietola e palline di robiola avanzata.
  19. Al momento di servire la torta salata ogni commensale dovrà aggiungere un po' di salsa calda di robiola.

 

 

 


RELATED POST

  1. Daniela

    27 Dicembre

    Ciao Cristina, ho fatto un giro nel tuo blog. Non mi spiego quale possa essere il motivo per cui un blog così ben fatto non abbia le decine di commenti e di seguaci che un sacco di altri, sicuramente meno eleganti e meno originali, hanno.
    Ti auguro, se questo è uno dei tuoi obiettivi, di avere il successo che ti meriti. Buon anno nuovo.
    Daniela

  2. Cristina Ganna

    27 Dicembre

    Bellissima ricetta!

  3. cristina

    27 Dicembre

    Ciao Cristina, Grazie per il complimento. Hai provato la ricetta? Fammi sapere. 😀

  4. cristina

    27 Dicembre

    Ciao Daniela. Grazie per aver fatto un bel giro nella cucina 2.0 di Contemporaneo Food. Sono molto contenta che ti siano piaciute le ricette. 😀 Per quanto riguarda i commenti…prima il blog aveva una struttura diversa e la scrittura degli stessi non era agevole, cosa che mi ha penalizzato un po’. La parte social dei blog è fatta di tanti piccoli ingredienti…forse alcuni di questi mi mancano. Fortunatamente ho comunque molti seguaci sui canali social e sono riuscita a trasformare una passione in un vero e proprio lavoro attraverso le varie collaborazioni nate nel tempo con riviste etc. Speriamo che piano piano, arrivino anche tanti bei commenti come il tuo. Grazie ancora e buon anno anche a te! Cristina

  5. Roberta

    10 Novembre

    E’ super buono!!!!

  6. Cristina Saglietti

    10 Novembre

    Ciao Roberta! 😀 Che bello!!! Sono molto contenta che ti sia piaciuto! Benissimo e grazie per il commento. Alla prossima. Cristina

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

By using this form you agree with the storage and handling of your data by this website.

Vota la ricetta:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

INSTAGRAM
Seguimi su Instagram